ottobre 18, 2021 - Autogiro D’italia

L'equipaggio Zappelli- Scandurra vince la terza edizione dell'Autogiro d'Italia

Si è conclusa sulle rive dell'Adriatico, li sulla costa romagnola da dove  lunedì mattina aveva preso le mosse, la terza edizione dell'Autogiro d'Italia, historic challenger su oltre 1600 chilometri che quest'anno ha attraversato il centro della nostra penisola da est ad ovest, andata e ritorno.Oltre cinquanta gli equipaggi che vi hanno partecipato e tra tutti la vittoria nella classifica assoluta è andata alla coppia Zappelli-Scandurra su Ferrari F355GTS del 1995; l'equipaggio contraddistinto dal numero 209 ha così bissato il successo dello scorso anno quando se lo aggiudicò sul traguardo di #verona.

Una novità per l'edizione 2021 è stata l'assegnazione del Premio d'Eleganza che però, al contrario di come dovrebbe essere di consuetudine, non è stato assegnato da una apposita giuria ma tramite una votazione alla quale hanno partecipato tutti gli equipaggi; la vittoria è cosi andata alla Jaguar E type del 1962 condotta dalla coppia  Bardelli-Urlo.

Le premiazioni si sono tenute durante la Cena di Gala che si è svolta al Grand Hotel des Bains di Riccione alla quale era presente anche il Presidente dell'ASI, Dott. Alberto Scuro.

"Questa edizione 2021 rappresentava per noi una grande sfida – ha dichiarato Giampiero Sacchi, Direttore dell'Autogiro d'Italia -. Nonostante la grande voglia da parte di tutti di esserci e dare cosi continuità a questo progetto, le difficoltà da affrontare sono state enormi. La macchina organizzativa per una manifestazione che si svolge su oltre 1600 chilometri completamente frecciati e soprattutto spalmata su sei tappe, deve essere efficace ed efficiente. Detto questo, se la buona riuscita si misura con la soddisfazione di chi vi ha partecipato, non posso che essere felice ed orgoglioso per il modo nel quale siamo riusciti a portarla a termine. Voglio ringraziare tutti gli equipaggi, tutte le amministrazioni che ci hanno supportato, gli sponsor, i ragazzi dell'organizzazione e, soprattutto, il CSI, il Centro Sportivo Italiano ed il Presidente dell'ASI Dott. #albertoscuro. Organizzare l'Autogiro d'Italia sotto la loro egida non è soltanto fonte di soddisfazione ma anche vero orgoglio perché credo che questo rappresenti un reale riconoscimento del valore che la manifestazione sta accrescendo anno dopo anno. Mentre questa sera festeggiamo l'arrivo dell'Autogiro 2021, siamo già al lavoro per quello del prossimo anno e posso garantirvi che sarà qualcosa di ancor più attrattivo ed unico."

"Come prima cosa voglio complimentarmi con il Dott. Sacchi per l'ottima organizzazione e riuscita di questa edizione 2021 dell'Autogiro d'Italia – sono queste le parole del Dott. #albertoscuro, Presidente dell'ASI, presente alla Cena di Gala cosi come alle premiazioni dell'Autogiro d'Italia 2021 – Mettere su strada un evento cosi no è semplice, per di più in un momento come questo caratterizzato da tantissime difficoltà di differente natura. Il costante aumento dei partecipanti così come della qualità delle autovetture presenti, è la reale testimonianza della bontà di questo progetto al quale siamo orgogliosi dare il nostro patrocinio. Si ha bisogno di manifestazioni cosi che non solo sono rendono giustizia al fatto di quanto vivo e frizzante sia il mondo dell'epoca, ma che riescono a portare tra la gente mezzi che hanno fatto la storia dell'automobile, avvicinando soprattutto i giovani. La memoria e la passione per tutto questo va mantenuta viva per evitare che un grande patrimonio culturale rischi di andare perduto."

News correlate

novembre 26, 2021
novembre 18, 2021
novembre 10, 2021

Folta rappresentanza del mondo politico al Convegno Nazionale che l'Automotoclub Storico Italiano ha organizzato a Roma giovedì 25...

Si profila all'orizzonte un altro balzello per le quattro ruote. Riguarderà i veicoli storici, per questo l'ASI, Automotoclub Stor...

Dal 20 novembre è diventato più facile revisionare un veicolo di interesse storico e collezionistico immatricolato entro il 1° gen...