logo automotive
automotive
ottobre 17, 2020 - Pirelli

Il sabato del Pirelli Estoril Round assegna il titolo di Campione del Mondo FIM Superbike a Jonathan Rea per il sesto anno consecutivo e Campione del Mondo FIM Supersport 300 a Jeffrey Buis

Estoril (Portogallo), 17 ottobre 2020 – Dopo ben ventisette anni di assenza dal circuito portoghese, il Campionato Mondiale MOTUL FIM Superbike è tornato in azione al Circuito Estoril per una prima ed emozionante giornata di gare al Pirelli Estoril Round.

 

In WorldSBK, il pilota turco Toprak Razgatlioglu (PATA YAMAHA WorldSBK Official Team / Yamaha YZF R1), dopo aver conquistato la sua prima TISSOT Superpole in carriera, conferma la sua forma brillante anche nel pomeriggio e sale sul gradino alto del podio di Gara 1. In seconda posizione Chaz Davies (ARUBA.IT Racing - Ducati / Ducati Panigale V4 R) su Ducati ed in terza il pilota statunitense Garrett Gerloff (GRT Yamaha WorldSBK Junior Team / Yamaha YZF R1). È però il quarto posto di Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK / Kawasaki ZX-10RR) ad attirare l’attenzione di tutti: con questi tredici preziosi punti il pilota nordirlandese si aggiudica per la sesta volta consecutiva il titolo di Campione del Mondo World Superbike.

 

In WorldSSP trionfa l’italiano Andrea Locatelli (BARDAHL Evan Bros. WorldSSP Team / Yamaha YZF R6), seguito da Philipp Oettl (Kawasaki Puccetti Racing / Kawasaki ZX-6R) e Hannes Soomer (Kallio Racing / Yamaha YZF R6), mentre nella classe WorldSSP300 il titolo iridato viene assegnato al francese Jeffrey Buis (MTM Kawasaki MOTOPORT / Kawasaki Ninja 400). Ana Carrasco (Kawasaki Provec WorldSSP300 / Kawasaki Ninja 400) conquista invece il WorldSSP300 Pirelli Best Lap Award 2020 per aver conseguito il numero più alto di giri veloci – ben quattro - all’interno della stagione.

 

In WorldSBK la maggior parte dei piloti ha scelto di gareggiare sulle soluzioni Pirelli di gamma, ovvero pneumatici regolarmente in vendita sul mercato ed accessibili da parte dei motociclisti di tutto il mondo. All’anteriore la soluzione più utilizzata è stata la morbida di gamma DIABLOTM SUPERBIKE SC1 (opzione B), mentre al posteriore tutti i piloti tranne uno hanno scelto di gareggiare sulla morbida di gamma DIABLOTM SUPERBIKE SC0 (opzione B).

 

In WorldSSP la maggior parte dei piloti hanno gareggiato con soluzioni morbide di gamma: all’anteriore la soluzione più utilizzata è stata la morbida di gamma SC1 (opzione A), mentre al posteriore è stata la morbida di gamma SC0 (opzione A).

 

WorldSBK Gara 1:

 

Il poleman Toprak Razgatlioglu (PATA YAMAHA WorldSBK Official Team / Yamaha YZF R1) parte bene e prende da subito il comando della gara, seguito da Garrett Gerloff (GRT Yamaha WorldSBK Junior Team / Yamaha YZF R1) che guadagna una posizione a discapito di Michael Ruben Rinaldi (Team GOELEVEN / Ducati Panigale V4 R). Seguono Leon Haslam (Team HRC / Honda CBR1000RR) e Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK / Kawasaki ZX-10RR) che, partito quindicesimo in griglia, si fa protagonista di una incredibile rimonta che lo porta in quinta posizione, per poi raggiungere virtualmente il podio entro la fine del quarto giro. Anche Scott Redding (ARUBA.IT Racing - Ducati / Ducati Panigale V4 R) con un ottimo passo riesce a risalire la crina dall’ultima casella in griglia di partenza, ma al settimo giro a causa di un problema tecnico è costretto al ritiro dalla gara. Nel frattempo Gerloff, Rea e Chaz Davies (ARUBA.IT Racing - Ducati / Ducati Panigale V4 R) si battagliano per il secondo posto con continui scambi di posizione. Nel frattempo il pilota turco su Yamaha costruisce sempre più distacco dal resto del gruppo e taglia il traguardo per primo e conquista la sua seconda vittoria stagionale. Secondo posto per Chaz Davies e terzo per lo statunitense Gerloff che al suo anno di debutto in Superbike sale sul podio per la seconda volta. Rea taglia il traguardo fuori dal podio, ma i tredici punti portati a casa per questo quarto posto gli confermano il titolo di Campione del Mondo WorldSBK 2020.

 

Classifica WorldSBK Gara 1:

 

  1. T. Razgatlioglu (PATA YAMAHA WorldSBK Official Team / Yamaha YZF R1)
  2. C. Davies (ARUBA.IT Racing - Ducati / Ducati Panigale V4 R)
  3. G. Gerloff (GRT Yamaha WorldSBK Junior Team / Yamaha YZF R1)
  4. J. Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK / Kawasaki ZX-10RR)
  5. L. Haslam (Team HRC / Honda CBR1000RR)
  6. A. Lowes (Kawasaki Racing Team WorldSBK / Kawasaki ZX-10RR)
  7. M. R. Rinaldi (Team GOELEVEN / Ducati Panigale V4 R)
  8. X. Fores (Kawasaki Puccetti Racing / Kawasaki ZX-10RR)
  9. L. Baz (Ten Kate Racing Yamaha / Yamaha YZF R1)
  10. T. Sykes (BMW Motorrad WorldSBK Team / BMWS1000 RR)
  11. J. Folger (Bonovo Action by MGM Racing / Yamaha YZF R1)
  12. E. Laverty (BMW Motorrad WorldSBK Team / BMW S1000 RR)
  13. L. Mercado (Motocorsa Racing / Ducati Panigale V4 R)
  14. T. Takahashi (MIE Racing Althea HONDA Team / Honda CBR1000RR)
  15. E. Granado (MIE Racing Althea HONDA Team / Honda CBR1000RR-R)
  16. S. Morais (ORELAC Racing VERDNATURA / Kawasaki ZX-10RR)
  17. Á. Bautista (Team HRC / Honda CBR1000RR)
  18. L. Cresson (OUTDO Kawasaki TPR / Kawasaki ZX-10RR)
  • RT. S. Redding (ARUBA.IT Racing - Ducati / Ducati Panigale V4 R)
  • RT. M. van der Mark (PATA YAMAHA WorldSBK Official Team / Yamaha YZF R1)
  • RT. F. Caricasulo (GRT Yamaha WorldSBK Junior Team / Yamaha YZF R1)
  • RT. M. Ferrari (Barni Racing Team / Ducati Panigale V4 R)

 

WorldSSP Gara 1:

 

Raffaele de Rosa (MV Agusta Reparto Corse / MV Agusta F3 675) con un’ottima partenza ottiene il comando di gara per la maggior parte del primo giro, ma Andrea Locatelli (BARDAHL Evan Bros. WorldSSP Team / Yamaha YZF R6) è in ottima forma e non tarda ad imporsi e conquistare la posizione di leadership. Seguono a ruota Lucas Mahias (Kawasaki Puccetti Racing / Kawasaki ZX-6R), Philipp Oettl (Kawasaki Puccetti Racing / Kawasaki ZX-6R) e Manuel Gonzalez (Kawasaki ParkinGO Team / Kawasaki ZX-6R) in lotta per il terzo gradino del podio. Al terzo giro però viene esposta la bandiera rossa che impone quindi l’interruzione di gara e successivamente una seconda partenza dove non manca il colpo di scena: dopo poche curve un contatto tra de Rosa e Mahias porta immediatamente i due piloti fuori dalla pista e li costringe al ritiro. Andrea Locatelli continua il suo dominio di gara e si distacca sempre di più dal resto del gruppo, mentre in lotta per la seconda posizione invece sono Philipp Oettl e Hannes Soomer (Kallio Racing / Yamaha YZF R6). Il pilota tedesco su Kawasaki ha la meglio e si posiziona sul secondo gradino del podio, seguito da Soomer che conquista il suo terzo podio di stagione, mentre taglia il traguardo per primo Andrea Locatelli.

 

Classifica WorldSSP Gara 1:

 

  1. A. Locatelli (BARDAHL Evan Bros. WorldSSP Team / Yamaha YZF R6)
  2. P. Oettl (Kawasaki Puccetti Racing / Kawasaki ZX-6R)
  3. H. Soomer (Kallio Racing / Yamaha YZF R6)
  4. I. Viñales (Kallio Racing / Yamaha YZF R6)
  5. S. Odendaal (EAB Ten Kate Racing / Yamaha YZF R6)
  6. C. Öncü (Turkish Racing Team / Kawasaki ZX-6R)
  7. M. Gonzalez (Kawasaki ParkinGO Team / Kawasaki ZX-6R)
  8. A. Bassani (Soradis Yamaha Motoxracing / Yamaha YZF R6)
  9. J. Cluzel (GMT94 Yamaha / Yamaha YZF R6)
  10. C. Perolari (GMT94 Yamaha / Yamaha YZF R6)
  11. D. Webb (WRP Wepol Racing / Yamaha YZF R6)
  12. H. Okubo (Dynavolt Honda / Honda CBR600RR)
  13. F. Fuligni (MV Agusta Reparto Corse / MV Agusta F3 675)
  14. K. Manfredi (Altogoo Racing Team / Yamaha YZF R6)
  15. A. Verdoïa (bLU cRU WorldSSP by MS Racing / Yamaha YZF R6)
  16. G. Hendra Pratama (bLU cRU WorldSSP by MS Racing / Yamaha YZF R6)
  17. G. Van Straalen (MPM Routz Racing Team / Yamaha YZF R6)
  18. P. Hobelsberger (Dynavolt Honda / Honda CBR600RR)
  19. V. Falcone (OXXO Yamaha Team Toth / Yamaha YZF R6)
  • RT. R. De Rosa (MV Agusta Reparto Corse / MV Agusta F3 675)
  • RT. A. Carranza (EMPERADOR Racing Team / Yamaha YZF R6)
  • RT. A. Barros (Palkalgar Yamaha - Evan Bros / Yamaha YZF R6)
  • RT. L. Mahias (Kawasaki Puccetti Racing / Kawasaki ZX-6R)
  • RT. P. Sebestyen (OXXO Yamaha Team Toth / Yamaha YZF R6)
  • RT. K. Hanika (WRP Wepol Racing / Yamaha YZF R6)

 

WorldSSP300 Gara 1:

 

Gara 1 del Campionato Mondiale FIM Supersport 300 ha chiuso la prima giornata del Pirelli Estoril Round ed è un podio tutto Kawasaki: ad aggiudicarsi la vittoria è stato lo spagnolo Mika Perez (Prodina Ircos Team WorldSSP300 / Kawasaki Ninja 400), seguito dall’olandese Koen Meuffels (MTM Kawasaki MOTOPORT / Kawasaki Ninja 400) e dal britannico Tom Booth-Amos (RT Motorsports by SKM - Kawasaki / Kawasaki Ninja 400). È però Jeffrey Buis (MTM Kawasaki MOTOPORT / Kawasaki Ninja 400) ad aggiudicarsi il titolo di Campione del Mondo FIM Supersport 300 2000, mentre Ana Carrasco (Kawasaki Provec WorldSSP300 / Kawasaki Ninja 400) vince il Pirelli Best Lap Award 2020.

 

Le soluzioni Pirelli scelte dai piloti per WorldSBK Gara 1 e WorldSSP Gara 1:

 

In WorldSBK la maggior parte dei piloti hanno scelto di gareggiare sulle soluzioni di gamma Pirelli. All’anteriore la soluzione più utilizzata è stata la SC1 morbida di gamma (opzione B), ad eccezione delle Yamaha di Toprak Ragzatlioglu e Michael van der Mark, di Tom Sykes e Loris Cresson che hanno preferito la soluzione di sviluppo SC1 Y1231 (opzione A). Al posteriore tutti i piloti hanno gareggiato con la soluzione morbida di gamma SC0 (opzione B), tranne Loris Baz che ha scelto la super morbida di gamma SCX (opzione A).

 

In WorldSSP Gara 1 la maggior parte dei piloti hanno gareggiato con soluzioni morbide di gamma: all’anteriore la soluzione più utilizzata è stata la morbida di gamma SC1 (opzione A), mentre al posteriore è stata la morbida di gamma SC0 (opzione A). I piloti Galang Hendra Pratama, Andy Verdoïa e Alejandro Ruiz Carranza scelgono invece la soluzione di sviluppo Y1006 (opzione C), mentre de Raffaele de Rosa cambia da soluzione di gamma SC0 a soluzione di sviluppo Y1006 dopo la bandiera rossa per la seconda parte di gara.

 

Le statistiche Pirelli per WorldSBK Gara 1:

 

  • Vincitore del PIRELLI BEST LAP AWARD: Michael van der Mark (PATA YAMAHA WorldSBK Official Team / Yamaha YZF R1) in 1’37.200 al 6° giro

 

  • Soluzione anteriore più utilizzata: SC1 di gamma (19 su 22 piloti)

 

  • Soluzione posteriore più utilizzata: SC0 di gamma (21 su 22 piloti)

 

  • Numero di soluzioni (asciutto, intermedia e bagnato) per la classe Superbike: 5 anteriori e 7 posteriori

 

  • Numero di pneumatici a disposizione di ogni pilota Superbike: 68, 32 anteriori e 36 posteriori

 

  • Temperatura aria: 19° C

 

  • Temperatura asfalto: 33° C

 

 

Le statistiche Pirelli per WorldSSP Gara 1:


  • Vincitore del PIRELLI BEST LAP AWARD: Isaac Viñales (Kallio Racing / Yamaha YZF R6) in 1’40.053 al 5° giro

 

  • Soluzione anteriore più utilizzata: SC1 di gamma (24 su 25 piloti)

 

  • Soluzione posteriore più utilizzata: SC0 di gamma (21 su 25 piloti)

 

  • Numero di soluzioni (asciutto, intermedia e bagnato) per la classe Supersport: 4 anteriori e 5 posteriori

 

  • Numero di pneumatici a disposizione di ogni pilota Supersport: 50, 26 anteriori e 24 posteriori

 

  • Temperatura aria: 18° C

 

  • Temperatura asfalto: 34° C