Cookie Consent by Free Privacy Policy website Smart city: la città che “pensa” al benessere dei propri abitanti
marzo 24, 2020 - Volkswagen

Smart city: la città che “pensa” al benessere dei propri abitanti

Inquinamento, sovrappopolazione, scarsità di risorse: il futuro dei centri urbani sembra piuttosto complicato. La soluzione? Convertire le caotiche metropoli in evolute smart city - città intelligenti, sostenibili e a misura d’uomo. Utopia o realtà possibile?

Il concetto di “smart city” sta acquistando sempre maggior rilievo nel dibattito pubblico. Sono molti i progetti e gli esperimenti, più o meno arditi, che puntano a ridisegnare il volto delle città, introducendo soluzioni e strumenti hi-tech, per arginare le criticità e contribuire a una migliore qualità della vita. Uno scenario piuttosto complesso, che proviamo a esplorare.

Cosa si intende per “città intelligente”? Quali sono le sue caratteristiche e, soprattutto, i vantaggi per chi ci abita? Ecco alcuni esempi di smart city in Italia e nel mondo: modelli a cui ispirarsi per ripensare le nostre città in un’ottica di sostenibilità economica, ambientale e sociale.  

Molto più di una semplice città digitale

L’espressione “smart city” nasce negli anni ’90 e per molto tempo viene utilizzata come sinonimo di digital city: fondamentalmente, un centro urbano che utilizza la tecnologia digitale per consentire ai cittadini di partecipare alle cosiddette reti civiche e di usufruire di informazioni e servizi erogati dall’Amministrazione. Nell’ultimo decennio l’aggettivo smart si è invece caricato di molteplici significati, tutti orientati a considerare l’uomo come motore e destinatario del processo di innovazione  – un processo in grado di apportare enormi benefici in termini di sostenibilità, integrazione e qualità della vita.

La smart city di oggi, nella definizione dell’Osservatorio Nazionale Smart City, è un sistema urbano integrato, capace di adattarsi ai bisogni degli utenti, che si serve degli strumenti ITC (tecnologie dell’informazione e della comunicazione) per supportare la gestione e l’erogazione dei servizi pubblici, utilizzando informazioni provenienti dai vari ambiti in tempo reale per una maggiore efficienza

Caratteristiche, soluzioni e strumenti applicativi

Secondo la  Commissione europea , per essere considerata smart una città deve sfruttare le nuove tecnologie per utilizzare al meglio le risorse e ridurre le emissioni, ma non solo. Deve sviluppare  reti di trasporto urbano sostenibili, sistemi di approvvigionamento idrico e smaltimento dei rifiuti efficaci, soluzioni per l’illuminazione e il riscaldamento più efficienti. Deve avere un'amministrazione cittadina interattiva, spazi pubblici più sicuri ed essere in grado di soddisfare le necessità di una popolazione che invecchia (si stima che, entro il 2050, gli over 60 nel mondo saranno più del 22%).

Per garantire uno sviluppo sostenibile, inoltre, la città intelligente deve creare un’economia circolare , ossia autorigenerante, “un modello di produzione e consumo  che implica condivisione, prestito, riutilizzo, riparazione, ricondizionamento e riciclo dei materiali e prodotti esistenti il più a lungo possibile”.

Nel 2019 l’ENEA ha sviluppato un modello di città del futuro basato su “risparmio energetico e idrico, sicurezza, salute e comfort abitativo delle persone, economia circolare e monitoraggio ambientale”, ma anche “governance e partecipazione alla vita collettiva”. Tra le soluzioni proposte figurano: 

- smart home, sensori non invasivi in grado di monitorare il consumo energetico, segnalare eventuali effrazioni, controllare lo stato di comfort e di salute delle persone;

- smart building, edifici dotati di impianti fotovoltaici e sistemi avanzati per la gestione di flussi energetici

- smart street, dispositivi intelligenti per monitorare i flussi di traffico, la disponibilità di parcheggi, i livelli di inquinamento acustico e la qualità dell’aria;

- piattaforme per la valutazione dei consumi negli edifici pubblici; 

- Social Urban Network per lo sviluppo di smart community, volte a favorire la partecipazione attiva deicittadini e promuovere comportamenti responsabili e sostenibili.  

News correlate

settembre 22, 2022
settembre 20, 2022
settembre 13, 2022

Comunicato Stampa disponibile solo in lingua originale. Whether you’re an automobile novice or car enthusiast, your car speaks to ...

Riceve il #premio l’Amministratore Delegato #carstenintra all'IAA TransportationOltre 13.700 ordini per l'ID. Buzz, la metà dei qu...

- Più potenza, più dinamica, più emozioni: con 333 CV (245 kW) e 420 Nm, copre lo 0-100 km/h in 4,6 secondi e raggiunge i 270 km/h...