logo automotive
automotive
giugno 20, 2019 - Salone Auto Torino - Parco Valentino

5ª edizione di Parco Valentino, il Motor Show di Torino

Si è inaugurata con un doppio taglio del nastro la 5ª edizione di Parco Valentino, il Motor Show di #Torino che si svolgerà fino a domenica 23 giugno 2019.

Il primo, istituzionale, ha visto Andrea Levy, presidente della manifestazione, insieme a tutti i rappresentanti delle case automobilistiche, alle istituzioni rappresentate dall’Assessore regionale alle politiche produttive Andrea Tronzano e dagli Assessori del Comune di #Torino Paola Pisano e Alberto Sacco. Presenti anche il Presidente di ACI, Angelo Sticchi Damiani, il Presidente di ASI, Alberto Scuro, il presidente di UNRAE, Michele Crisci, direttore di ANFIA, Gianmarco Giorda. Il secondo lo ha simbolicamente tagliato un’automobile in modalità di guida autonoma, frutto della sinergia tra il Comune di #Torino e Bylogix, che traghetta simbolicamente il sistema #automotive verso il suo futuro. Un futuro già percepibile tra gli stand di Parco Valentino 2019: i modelli esposti spaziano dalle ultime tecnologie in fatto di motorizzazione, con una folta rappresentanza di auto elettriche e ibride plug-in, ai modelli iconici e classici dei brand, alle novità e anteprime presentate per la prima volta al pubblico italiano.

Le meraviglie del Cortile del Castello del Valentino Lo spettacolo comincia dal Cortile del Castello del Valentino, cuore pulsante della manifestazione dove per 5 giorni saranno esposti modelli speciali visibili al pubblico in possesso del biglietto elettronico gratuito scaricabile su www.parcovalentino.com: le 5 Pagani della Zonda Collection che celebra i 20 anni del modello, alcuni tra i 12 cilindri Ferrari più esclusivi, come la Ferrari F40, F50, Enzo e FXX K, due tra i modelli più iconici di Lamborghini, una Miura e la Countach appartenuta a Nuccio Bertone, e la serie completa delle Porsche 911 dal 1963 a oggi, alle one-off Pininfarina Ferrari Sergio, alla Zerouno di Italdesign, Sybilla e Kangaroo di Giorgetto e Fabrizio Giugiaro, la Fiat Abarth 750 Record, la Bizzarrini P538, la Delta Futurista di Amos, Cisitalia 202, Bugatti Chiron 110 ans, StudioTorino Porsche Moncenisio, Ferrari Daytona Plaxiglass, Fenyr di W Motors, Chevrolet Ramarro e Ferrari Rainbow della collezione ASI-Bertone, Dallara Stradale, Giannini 350GP4, Bac Mono, New Stratos, Osca MT4 1450, Lancia Rally 037 EVO2, Jannarelly Design 1.