logo automotive
automotive
luglio 11, 2018 - BMW

242 Studenti hanno partecipato al bando “Penso interculturale in 300 parole”, la borsa di studio finanziata da BMW Italia in collaborazione con l’Università Bicocca.

BMW Italia e l’Università di Milano-Bicocca hanno organizzato la Quinta #giornatainterculturalebicocca che si è svolta il 23 maggio presso l’ateneo milanese sotto la direzione scientifica della Professoressa Mariangela Giusti. Titolo della giornata: “Ibridazioni-Connessioni. Periferie, antirazzismi, ricerca di dialoghi possibili”

Le comunicazioni nel programma della “Giornata” erano orientate a riflettere sulla ricaduta che i fatti di cronaca possono avere e talvolta hanno sulle coscienze dei giovani e nei luoghi dell’educazione. Per questo, accanto ad approcci di ricerca diversi, la Giornata ha proposto testimonianze e riflessioni per aiutare coloro che si occupano di educazione a costruire proprie idee e propri pensieri sulle ibridazioni e le connessioni in atto e necessarie per la buona coesione #sociale e per l’educazione. Partendo dalla consapevolezza che le culture dei diversi gruppi umani si evolvono continuamente, si contaminano, danno origine a ibridazioni e connessioni che non terminano mai e arricchiscono i patrimoni culturali di tutti.

Durante l’organizzazione della Quinta #giornatainterculturalebicocca - ha dichiarato Roberto Olivi Direttore Relazioni Istituzionali e Comunicazione di BMW Italia - ci siamo chiesti quale fosse la percezione degli studenti dei temi trattati nelle relazioni della conferenza, e come avremmo potuto far emergere queste riflessioni per stimolare ulteriormente il dialogo. Il bando “Penso interculturale in 300 parole” è nato da questa riflessione perché crediamo che attraverso il dialogo interculturale sia possibile arricchire il patrimonio culturale di ognuno di noi e stimolare la creatività. Gli studenti che hanno partecipato al bando ci hanno anche dimostrato che la multidisciplinarità degli approcci offre visioni nuove e stimolanti che condivideremo prossimamente sul sito www.specialmente.bmw.it”

Il Bando “Penso interculturale in 300 parole” aveva due obiettivi:

-          invitare gli studenti partecipanti al Convegno a riflettere in modo autonomo sulle tematiche affrontate dai relatori;

-          sollecitare la produzione di una breve scrittura riflessiva sui temi dell’Intercultura trattati nel Convegno stesso.  

Gli organizzatori erano consapevoli che gli studenti di talune aree di studio (pedagogica, antropologica, sociologica, linguistica, giuridica) affrontano a livello disciplinare le tematiche interculturali e che, invece, gli studenti di altre aree di studio le affrontano meno direttamente. Tuttavia è stato deciso di rivolgere il Bando a tutti gli studenti della Bicocca, anche al fine di attivare nuove sensibilità e nuove attenzioni verso tematiche e argomenti sempre più attuali, che riguardano la vita di tutti.

Il Bando prevedeva l’iscrizione e la partecipazione al Convegno (svolto il 23 maggio 2018), il ritiro dell’attestato di partecipazione, la realizzazione di un testo di una lunghezza massima di 300 parole nel quale lo studente/la studentessa (prendendo spunto dalle relazioni presentate dai relatori del Convegno) doveva spiegare cosa intendeva con l’espressione “Penso interculturale”. Il Bando specificava che era opportuno partire dal proprio personale punto di vista e (se ritenuto opportuno da parte dello studente/autore), anche in base agli studi attualmente svolti. 

Sul Bando erano specificati i criteri di valutazione, precisamente: 

• Capacità di utilizzare le idee di almeno una relazione presentata al Convegno;

• Originalità e capacità di sintetizzare in 300 parole pensieri e esperienze personali sulla necessità di una mentalità interculturale e antirazzista.

Una Giuria blind e la doppia revisione cieca composta, formata da persone esperte in tematiche di intercultura, autori e autrici di libri e articoli, era così composta: Annamaria Cappelletti, docente e autrice di libri; Anna Chiara Cimoli, esperta di intercultura, autrice, Chiara Lugarini, esperta di progetti interculturali, autrice, Maria Fatima Riva, docente e autrice, Gianni Trezzi, dirigente scolastico istituto superiore di secondo grado, Mariangela Giusti, docente universitaria, autrice e in rappresentanza di BMW Italia da Roberto Olivi e Patrizia Venturini.

Tutti i testi pervenuti sono stati resi anonimi. Ciascun testo è stato caratterizzato da un’etichetta numerica progressiva. I testi sono stati inviati in gruppi di 15 ai giurati. Tutti i testi sono stati sottoposti a una doppia revisione cieca.

Hanno avuto dunque una prima valutazione anonima da parte dei giurati e, di seguito, una seconda valutazione anonima incrociata.

Ciascuno dei due criteri indicati sul Bando poteva ottenere un punteggio massimo di 50 punti. Il giudizio dei singoli Giurati e della Giuria nel suo complesso è insindacabile.

Partecipazione degli studenti al bando

Hanno aperto una propria posizione sulla piattaforma Moodle di Ateneo dedicata al Bando 242 studenti/studentesse.

Di questi: 17 studenti/studentesse (pur avendo aperto la propria posizione) non hanno poi caricato alcun elaborato; 9 studenti/studentesse non hanno indicato i propri dati (come specificato sulla piattaforma); 1 studente/studentessa ha caricato (per errore) lo stesso file nei due spazi previsti.

Complessivamente sono risultati validi 215 elaborati.

I Corsi di Laurea di appartenenza di coloro che hanno caricato i testi correttamente sono i seguenti:

Triennale Marketing, Comunicazione aziendale, Mercati     6

Triennale Scienze dell’organizzazione     4

Triennale Comunicazione interculturale   17

Triennale Matematica 1

Triennale Ostetricia      1

Triennale Scienze e Tecniche Psicologiche 15

Triennale Scienze Biologiche    5

Triennale Infermieristica   3

Triennale Scienze dell’Educazione    36

Triennale Economia e Commercio    7

Triennale Fisica    4

Triennale Scienze Servizi Giuridici 2

Triennale Sociologia 9

Triennale Servizio #sociale 4

Magistrale Scienze Antropologiche ed Etnologiche    10

Magistrale Analisi dei processi sociali    3

Magistrale Management e Design dei Servizi   3

Magistrale Biologia    2

Magistrale Formazione e Sviluppo delle Risorse Umane   3

Magistrale Marine Sciences   1

Magistrale Programmazione e Gestione delle Politiche e dei Servizi Sociali   4

Magistrale Materials Sciences  1

Magistrale Scienze Statistiche ed Economiche   1

Magistrale a ciclo unico 5 anni Formazione Primaria    15

Magistrale a ciclo unico 5 anni  Giusprudenza         18

Magistrale a ciclo unico 6 anni  Medicina e Chirurgia     5

Magistrale a ciclo unico 6 anni Odontoiatria     1

Magistrale Scienze Tecnologiche Chimiche    2

Magistrale Turismo, Territorio, Sviluppo locale  3

Magistrale Biotecnologie industriali  4

Magistrale Scienze Psicologiche    12

Magistrale Scienze Pedagogiche   5

Magistrale Teoria e Tecnologia della Comunicazione 3

Magistrale Scienze Economico Aziendali     5

Sulla base delle doppie valutazioni cieche redatte dai Giurati, tredici elaborati hanno avuto una valutazione complessiva pari o superiore a 120 punti.  Fra questi sono stati individuati i cinque vincitori, cioè gli elaborati con i punteggi più alti.

In base ai punteggi ottenuti, risultano vincitori del Bando “Penso interculturale in 300 parole” (in ordine alfabetico) :

Caterina Canetta    Laurea Magistrale in Biotecnologie industriali 1° anno

Simone Checconi   Laurea Triennale Scienze e Tecniche Psicologiche, 3°anno

Lucia Consonni       Laurea Magistrale a ciclo unico Formazione Primaria 2° anno

Ylenia Griggio         Laurea Triennale Scienze dell’Educazione 2° anno

Oumou Niang          Laurea Triennale Servizio #sociale 3° anno

I testi dei vincitori verranno pubblicati sul sito www.specialmente.bmw.it

Impegno #sociale del BMW Group

L’impegno #sociale è parte integrante della cultura aziendale del BMW Group. L’enfasi principale viene posta soprattutto sull’efficienza delle risorse nonché sull’innovazione interculturale e sull’inclusione #sociale. Nel processo, l’azienda dà la massima priorità a progetti e a concetti dove essa può utilizzare le proprie competenze per ottenere un miglioramento tangibile e misurabile. L’impegno si rivolge a soluzioni a lungo termine che possono essere applicate a livello internazionale e che possono generare un notevole effetto a lungo termine basato sul principio di “aiutare ad aiutarsi”. Nel 2011, il BMW Group e l’UNAOC (United Nation Alliance od Civilization, hanno istituito l’Intercultural Innovation Award il cui obiettivo è di selezionare progetti sociali altamente innovativi che promuovono il dialogo e la comprensione interculturali, dando così un contributo vitale alla prosperità e alla pace nelle società di tutto il mondo. Questo esclusivo modello di cooperazione esistente tra il settore privato e l’UNAOC ha un impatto di grande portata, in quanto, grazie alle loro competenze, entrambi i partner sono in grado di assicurare la sostenibilità dei progetti da loro scelti.

In Italia, è stato sviluppato un programma di responsabilità #sociale d’impresa chiamato SpecialMente che include tra i suoi pilastri il dialogo interculturale (per maggiori informazioni www.specialmente.bmw.it).

Alleanza delle Civiltà delle Nazioni Unite

L’Alleanza delle Civiltà delle Nazioni Unite (UNAOC) è un’iniziativa del Segretario Generale dell’ONU che punta a migliorare la comprensione e i rapporti collaborativi tra le nazioni e i popoli di diverse culture e religioni, ed anche per aiutare a contrastare le forze che alimentano la polarizzazione e l’estremismo.

L’Alleanza fu fondata nel 2005, sull’iniziativa dei Governi di Spagna e Turchia, sotto l’egida delle Nazioni Unite. Il 28 settembre 2012, Sua Ecc. Nassir Abdulaziz Al-Nasser fu designato Alto Rappresentante dell’ONU per l’Alleanza delle Civiltà dal Segretario Generale. L’UNAOC è sostenuta dal Group of Friends, una comunità di oltre 100 paesi membri e di organizzazioni ed enti internazionali.

Università di Milano-Bicocca

L’Università di Milano-Bicocca è attiva dal 1998. Attualmente ha 33.455 studenti iscritti ai corsi di laurea, laurea magistrale e laurea magistrale a ciclo unico. L’offerta didattica è articolata in 70 corsi di studio in sette diverse aree disciplinari: economico-statistica, giuridica, medica, psicologica, sociologica, scientifica e della formazione. Ci sono poi 19 corsi di dottorato di ricerca coordinati da un’unica scuola e 28 scuole di specializzazione. La ricerca si svolge in 14 dipartimenti e 46 centri di ricerca universitari e interuniversitari. Il campus si estende su una superficie di oltre 330mila metri quadrati, distribuiti tra il polo milanese nel quartiere Bicocca e il polo biomedico di Monza, a pochi chilometri da #Milano. Nel 2011 è stato inaugurato sull’isola di Magoodhoo, nell’atollo di Faafu, alle Maldive, il MaHRE center, centro di ricerca e formazione nei campi delle scienze ambientali e dell’ecologia marina.