logo automotive
automotive
giugno 14, 2018 - Mitsubishi

RENAULT, NISSAN E MITSUBISHI PORTANO LE SINERGIE ANNUALI A QUOTA 5,7 MILIARDI DI EURO

  •          Le sinergie annuali segnano un aumento del 14%, da 5 miliardi di euro nel 2016 a 5,7 miliardi nel 2017
  •          Mitsubishi Motors fa il bilancio dei primi 12 mesi completi come partner dell’Alleanza
  •          La convergenza è in corso anche nei reparti Aftersales, Quality & Total Customer Satisfaction e Business Development
  •          L’Alleanza ribadisce l’obiettivo di superare i 10 miliardi di euro in sinergie entro la fine del 2022

Renault, Nissan e Mitsubishi hanno reso noto oggi che le sinergie annuali sono aumentate del 14% a 5,7 miliardi di euro rispetto ai 5 miliardi del 2016. Un risultato reso possibile dai vantaggi di appartenere alla più grande Alleanza automotive del mondo: risparmi sempre più consistenti, ricavi incrementali e contenimento dei costi.

Le ultime sinergie rispecchiano le economie di scala realizzate dai partner dell’Alleanza, che totalizzando oltre 10,6 milioni di vendite nel 2017 sono diventati il primo gruppo al mondo nel segmento delle autovetture e dei veicoli commerciali leggeri (LCV). 

“L’Alleanza ha un impatto diretto e positivo sulla crescita e sui profitti di ciascuna azienda partner”, spiega Carlos Ghosn, Presidente e CEO di Renault-Nissan-Mitsubishi. “Nel 2017 l’Alleanza ha corroborato le performance di tutte le tre aziende, compresa Mitsubishi Motors, che per la prima volta ha colto i frutti di un intero anno di sinergie.”

“Nei prossimi anni auspichiamo un ulteriore sviluppo di queste sinergie, accelerando la convergenza dell’Alleanza attraverso una condivisione sempre più intensiva di stabilimenti, piattaforme automobilistiche e tecnologie e una presenza congiunta nei mercati sia maturi che emergenti. Ricordiamo che il nostro obiettivo è superare i 10 miliardi di euro in sinergie entro la fine del 2022.”

Entro la fine del piano a medio termine Alliance 2022, le tre aziende prevedono di vendere oltre 14 milioni di veicoli, 9 milioni dei quali assemblati a partire da quattro piattaforme comuni, in primis i veicoli elettrici e di segmento B. Anche le propulsioni comuni passeranno da un terzo al 75% del totale.

Grazie alla convergenza della funzione Engineering, le aziende dell’Alleanza si dividono gli investimenti e i costi di ricerca e sviluppo, con un ritorno in termini di competitività. Nissan e Mitsubishi Motors, ad esempio, l’anno scorso hanno unito le forze per sviluppare la prossima generazione di Keicar.

Nel 2017 la Alliance Purchasing Organization (ex RNPO) è riuscita a ridurre e contenere drasticamente i costi con l’approvvigionamento centralizzato di componenti, macchinari e attrezzature, la negoziazione dei contratti globali e il sourcing delle utenze comuni negli stabilimenti di tutto il mondo.

Tra gli esempi di nuove sinergie figurano:

  •          l'adozione da parte di Mitsubishi Motors delle funzioni Nissan Sales Finance e Renault RCI Bank and Services;
  •          il benchmarking tra Nissan e Mitsubishi Motors nella regione ASEAN;
  •          la condivisione dei magazzini ricambi tra Renault, Nissan e Mitsubishi Motors in Europa, Giappone e Australia.

Per quanto riguarda il reparto Manufacturing, le sinergie hanno portato anche alla realizzazione di veicoli a partire da piattaforme condivise, come Datsun Redi-Go e Renault Kwid, e ad attività di produzione trasversali come l’assemblaggio di Renault Alaskan presso gli stabilimenti Nissan di Cuernavaca (Messico) e Barcellona (Spagna). I costi legati al trasporto dei veicoli sono notevolmente calati nel 2017, grazie alle consegne in tandem dei veicoli Nissan e Mitsubishi Motors completi dai siti tailandesi ai rispettivi concessionari.

La convergenza della business unit LCV nell’anno appena concluso ha permesso inoltre di massimizzare le attività di sviluppo e produzione trasversali, traducendosi in sinergie economiche e tecnologiche per la realizzazione di veicoli come il pick-up da 1 tonnellata Renault e Daimler basato su una piattaforma Nissan. Questa operazione ha consentito all'Alleanza di estendere la copertura del mercato al 77%, con una gamma totale di 18 modelli tra Renault, Nissan e Mitsubishi Motors.

“Una convergenza ancora più profonda e l’aumento delle sinergie sono la chiave per cementare la sostenibilità dell’Alleanza sul lungo termine”, ha concluso Ghosn.

 

ALLEANZA RENAULT-NISSAN-MITSUBISHI

Groupe Renault, Nissan Motor e Mitsubishi Motors formano un’Alleanza leader nel settore automobilistico per durata e produttività. Insieme, i partner hanno commercializzato oltre 10,6 milioni di veicoli in quasi 200 Paesi nel 2017, puntando sulla collaborazione e sulla capitalizzazione delle sinergie per migliorare la competitività. L’Alleanza partecipa a collaborazioni strategiche con altre case automobilistiche, come la tedesca Daimler e la cinese Dongfeng. In prima linea anche nel segmento dei veicoli a zero emissioni, questa partnership strategica è impegnata a sviluppare tecnologie di prossima generazione, con l’intento di offrire funzioni e servizi di connettività e di guida autonoma a bordo di un’ampia gamma di veicoli economicamente accessibili.

www.alliance-2022.com

www.media.renault.com

www.nissan-newsroom.com

www.mitsubishi-motors.com/en/newsrelease/