logo automotive
automotive
maggio 29, 2018

Ultimi risultati dal nuovo studio Car Cost Index di LeasePlan

29 maggio 2018#leaseplan ha pubblicato il proprio studio annuale Car Cost Index, contenente le più recenti analisi, che mostrano come i veicoli elettrici siano oggi competitivi in termini di costi in molti paesi europei.


I veicoli elettrici sono più economici rispetto alle #auto con motore tradizionale in Norvegia e nei Paesi Bassi, mentre in Belgio e nel Regno Unito, il gap nel costo totale di proprietà si sta rapidamente riducendo.


In #italia: Rispetto a una media europea di costo medio di possesso di 616 euro al mese, l’Italia è la più cara assestandosi al primo posto con 761 euro al mese come media delle tre alimentazioni. Benzina a 667 euro, diesel 628 e elettrico a 986 euro.



Il Car Cost Index di #leaseplan è un’analisi esaustiva del costo di proprietà dei veicoli nel segmento delle #auto di piccole e medie dimensioni (segmento B/C) in 21 paesi europei. Include tutti i costi che devono essere sostenuti dagli automobilisti in ciascun paese, compresi carburante, ammortamento, imposte, assicurazione e manutenzione.


Tex Gunning, CEO di #leaseplan, ha affermato:


La buona notizia è che i veicoli elettrici sono divenuti un’opzione competitiva in termini di costi per i conducenti in diversi paesi europei. Ma ciò non accade ovunque. Il nostro studio Car Cost Index rivela che sono necessari interventi politici su questioni chiave come la tassazione dei veicoli e le infrastrutture di ricarica per rendere i veicoli elettrici un’alternativa praticabile in tutta Europa. Dobbiamo iniziare ora. I veicoli elettrici sono uno dei modi migliori con cui combattere il cambiamento climatico e ogni cittadino dovrebbe potersi permettere di passare alla mobilità ecologica.”



Tra i dati principali ricordiamo:


  • Il costo medio di possesso di un’autovettura varia notevolmente nei diversi paesi europei, da 448 € al mese in Polonia a 761 € al mese in #italia. La media europea si assesta a 616 € al mese.

  • Rapportato al PIL dei diversi paesi, i conducenti in #italia, Finlandia e Belgio devono sostenere il costo di proprietà più elevato, mentre gli automobilisti di Irlanda, Polonia e Svizzera quello più basso.

  • I costi della mobilità elettrica variano notevolmente tra i diversi paesi europei. Essi sono più bassi in Ungheria, dove il costo medio mensile si assesta a 597 €. In #italia, per contro, il costo medio mensile raggiunge i 986 €, rendendo quest’ultimo il paese dove si rivela più costoso guidare un veicolo elettrico.



  • La Norvegia è il solo paese in cui il costo medio totale di proprietà per un veicolo elettrico (670 € al mese) è inferiore al costo da sostenere sia per un’auto alimentata a benzina (731 €) che a diesel (722 €).



  • Nei Paesi Bassi, le #auto elettriche sono meno costose delle #auto alimentate a diesel. I costi di esercizio mensili ammontano a 829 € al mese per un veicolo elettrico, rispetto agli 861 € necessari per il diesel. Il costo per le #auto a benzina è leggermente inferiore, ossia 785 € al mese.


  • La Norvegia è il paese in cui si rivela più costoso guidare un’auto con alimentazione tradizionale. Il costo medio di proprietà per un veicolo alimentato a benzina è di 731 € al mese, mentre per un veicolo a diesel si spendono in media 722 €. In entrambi i casi, si tratta di un costo di circa 200 € superiore alla media europea. Questa differenza si spiega principalmente con le elevate tasse di circolazione e con l’IVA applicata alle #auto alimentate a benzina e a diesel in Norvegia, nonché con il maggior costo della vita.



  • I proprietari di veicoli elettrici pagano più tasse. Il conducente di un veicolo elettrico paga mediamente 131 € al mese in tasse di circolazione e IVA (a causa dei costi di acquisto elevati). Si tratta di un importo significativamente più alto dei 104 € spesi in media per le #auto alimentate a benzina e dei 108 € per quelle a diesel.



  • I conducenti di #auto elettriche risparmiano in misura consistente sulle spese di alimentazione. Essi spendono 39 € al mese, in media, per l’elettricità, rispetto ai 110 € al mese necessari per la benzina e ai 78 € al mese per il diesel.


  • La Romania è il paese in cui costa meno guidare un’auto a benzina. Il costo totale mensile di proprietà per un veicolo a benzina è di soli 353 € in media. Le imposte si rivelano particolarmente contenute: i conducenti di veicoli a benzina in Romania pagano solo 50 € al mese di IVA e la tassa di circolazione è inferiore del 48% rispetto alla media europea.


FINE –


Note redazionali


  • Lo studio Car Cost Index 2017 di #leaseplan può essere scaricato all’indirizzo https://www.leaseplan.com/corporate/news-and-media/newsroom.


  • I 21 paesi inclusi nello studio Car Cost Index sono: Austria, Belgio, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, #italia, Norvegia, Paesi Bassi, Polonia, Regno Unito, Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Spagna, Svezia, Svizzera, Turchia e Ungheria.


  • I modelli di veicoli inclusi in questa analisi sono: BMW i3, Ford Focus/Focus Electric, Hyundai Ioniq, Nissan Leaf, Opel/Vauxhall Corsa, Renault Clio, Renault Zoe, Smart Fortwo, VW Golf/e-Golf e VW Polo. I costi di alimentazione sono basati sui dati dei consumi forniti dalle case automobilistiche.


  • LeasePlan si è impegnata a raggiungere emissioni zero netto per l’insieme della sua flotta entro il 2030. #leaseplan è anche uno dei membri fondatori dell’iniziativa EV100 promossa da The Climate Group e lanciata in occasione dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite nel settembre 2017.


  • Costo mensile totale di proprietà, per paese e tipo di alimentazione:



Benzina

Diesel

Elettrica

Austria

538 €

497 €

788 €

Belgio

590 €

561 €

898 €

RepubblicaCeca

416 €

425 €

800 €

Danimarca

642 €

607 €

914 €

Finlandia

630 €

637 €

955 €

Francia

472 €

475 €

836 €

Germania

515 €

489 €

788 €

Grecia

468 €

427 €

953 €

Ungheria

393 €

405 €

597 €

Irlanda

506 €

474 €

852 €

Italia

667 €

628 €

986 €

Paesi Bassi

604 €

686 €

705 €

Norvegia

731 €

722 €

670 €

Polonia

445 €

359 €

634 €

Romania

353 €

363 €

890 €

Slovacchia

442 €

416 €

955 €

Spagna

477 €

476 €

952 €

Svezia

631 €

568 €

770 €

Svizzera

557 €

516 €

800 €

Turchia

492 €

519 €

-

Regno Unito

538 €

535 €

719 €

Media

536

523

819










Per maggiori informazioni contattare:

Ufficio Stampa #leaseplan #italia SpA.

GDN Marketing & Comunicazione - Gianpiero De Nigro Tel. +39 338 1709056

e-mail: ufficiostampa@leaseplan.it



A proposito di LeasePlan

LeasePlan è una delle maggiori aziende a livello globale nel settore dell’auto come servizio, che gestisce 1,8 milioni di veicoli in oltre 30 paesi. #leaseplan gestisce l’intero ciclo di vita del veicolo per i propri clienti rappresentati da grandi aziende, piccole e medie imprese e privati, curando ogni aspetto, dall’acquisto, assicurazione e manutenzione fino alla rivendita. Il core business di #leaseplan è rappresentato dall’auto come servizio, un mercato il cui valore ammonta a 68 miliardi di Euro e da CarNext.com, un mercato indipendente per soluzioni di mobilità flessibile basate sui veicoli usati, con un valore complessivo di 65 miliardi di Euro. Con oltre 50 anni di esperienza, la missione di #leaseplan è quella di fornire “what’s next” nel settore della mobilità, attraverso un servizio “any car, anytime, anywhere” – in modo da permettervi di concentrarvi su ciò che vi aspetta nel futuro. Scoprite di più su www.leaseplan.com/corporate.



Limitazione di responsabilità

Il presente materiale è stato approvato esclusivamente da #leaseplan Corporation N.V. (“LPC”), che ne detiene la sola responsabilità, sulla base delle fonti qui indicate e delle informazioni fornite da LPC. LPC non rilascia alcuna dichiarazione o garanzia (esplicita o implicita) di qualsivoglia natura, e declina qualunque responsabilità in merito all’accuratezza o completezza delle informazioni o delle opinioni riportate nel presente materiale.


Le informazioni contenute nel presente documento derivano da fonti non soggette a verifica indipendente. LPC non assume alcun impegno e non detiene alcun obbligo di fornire al ricevente l’accesso a informazioni aggiuntive, né di aggiornare il presente documento o di correggere eventuali inesattezze che dovessero essere rilevate, e si riserva il diritto, in qualunque momento, sotto ogni rispetto e senza doverne indicare i motivi, di correggere o eliminare le informazioni sopra descritte.


Salvo il caso di falsa rappresentazione dolosa, né LPC né alcuna delle sue filiali, dei suoi consulenti o dei suoi rappresentanti, saranno ritenuti responsabili in merito a qualsivoglia perdita o danno, diretti, indiretti, conseguenti o di altro tipo, inclusa la perdita di profitti, subiti dal ricevente o da eventuali terze parti, a seguito dell’affidamento posto (1) sul presente documento o in connessione con l’affidabilità, accuratezza, completezza o tempestività dello stesso, nonché (2) in merito a qualunque altra informazione scritta o orale resa disponibile da LPC in relazione al presente documento o (3) a qualsivoglia dato derivante da tali informazioni.