logo automotive
automotive
marzo 31, 2017 - Nissan

Nissan LEAF: a Fiumicino mobilità a zero emissioni al servizio del sociale

  • Innovazione utile: Nissan investe in responsabilità sociale donando una Nissan LEAF a zero emissioni alla ONLUS Banco Farmaceutico per 6 mesi
  • La consegna rientra nell’iniziativa Nissan che ha portato la prima vettura elettrica di massa al mondo all’interno dell’aeroporto di Fiumicino collegando il Terminal 1 tra le uscite di imbarco B e C
Roma, 31 marzo 2017 – Nissan, leader mondiale della mobilità a zero emissioni, consegna una LEAF 100% elettrica alla ONLUS Banco Farmaceutico, a margine dell’iniziativa che ha visto per la prima volta al mondo una vettura elettrica di massa all’interno del principale aeroporto italiano, in totale assenza di emissioni acustiche ed atmosferiche, collegando il Terminal 1 tra le uscite di imbarco B e C.
Tecnologia al servizio del sociale. Nei 121 giorni di attivazione, Nissan ha messo a disposizione di tutti i passeggeri in transito presso lo scalo di Fiumicino un tappeto cinetico che trasforma il movimento in energia ad ogni passaggio sulla propria superficie. 
Con oltre 311.000 passi percorsi i viaggiatori hanno offerto un contributo sociale ed ecologico trasformando l’energia prodotta in chilometri a zero emissioni utili a consegnare una LEAF in comodato gratuito per 6 mesi al Banco Farmaceutico ONLUS. 
La quotidiana distribuzione dei medicinali che la Fondazione raccoglie per consegnare agli enti caritativi diventa ora meno onerosa e rispettosa dell’ambiente. L’iniziativa non solo rafforza la capacità di intervento per donare farmaci ai più bisognosi, ma educa concretamente al corretto utilizzo delle risorse a disposizione della ONLUS. Banco Farmaceutico da tempo ha sposato la cultura del non spreco traducendola – in particolare – nel progetto Recupero Farmaci Validi, inaugurato a Roma e attualmente presente in 9 Città italiane. 
Tramite questa consegna Nissan mette in luce la propria tecnologia a zero emissioni e l’esperienza di guida unica che i veicoli elettrici possono fornire sia in termini di silenziosità che di accessi alle aree ristrette al traffico, offrendo prestazioni del tutto equivalenti a quelle delle auto tradizionali. 
Oltre al tappeto cinetico, il tragitto all’interno del Terminal 1 è stato interamente personalizzato con innovative installazioni dedicate alla sostenibilità, tra le quali una grande affissione da 200 mq, un maxi Ledwall da 28 mq e 26 schermi a rotazione simultanea che mostrano valori e benefici della mobilità elettrica.


E sempre in tema di rispetto per l’ambiente, l'aeroporto di Fiumicino, grazie all’adozione di politiche all’avanguardia che vanno dalla raccolta differenziata dei rifiuti, al risparmio dell’acqua e alla produzione di energia, detiene un primato green tra gli aeroporti europei. Un dato per tutti: il consumo di elettricità per passeggero, che è sceso dai 5,57 del 2004 ai 3,76 kWh del 2015. Basti pensare che la media dei consumi per passeggero nei principali aeroporti europei (Amsterdam, Parigi Charles De Gaulle, Parigi Orly, Copenaghen, Francoforte, Londra Heathrow, Monaco, Malpensa, Zurigo) è di circa 5 kWh. 
###


Nissan e la mobilità elettrica
Nissan ha scelto di investire da decenni nella mobilità più pulita ed efficiente ed è oggi leader di mercato nella mobilità del trasporto elettrico, fornendo tecnologie d’avanguardia sia per il settore privato che per il pubblico e le imprese, e continuando al contempo ad investire in ricerca e sviluppo in questo settore, per affrontare le sfide future.
Oltre a sviluppare veicoli elettrici, inoltre, Nissan è profondamente impegnata nell'ampliare e promuovere la mobilità elettrica. Le iniziative adottate in tal senso riguardano la produzione di batterie agli ioni di litio riciclabili e riutilizzabili, l’implementazione di infrastrutture di ricarica e di dispositivi di ricarica rapida fissa e mobile per gli EV, ma anche sistemi di alimentazione bidirezionali tra il veicolo e la casa come il "LEAF to Home", o anche sistemi di integrazione tra i veicoli e le reti di distribuzione energetica denominati “Vehicle to Grid”, in grado di evolvere il concetto di veicolo da mezzo di trasporto a vettore di energia.