logo automotive
automotive
febbraio 27, 2017 - BMW Motorrad

È cominciata in Australia la stagione mondiale dei piloti di BMW S 1000 RR

La pausa invernale è ormai soltanto un ricordo: lo scorso fine settimana, è infatti cominciata a tutti gli effetti la stagione agonistica mondiale 2017 per i piloti di BMW #s1000rr e per i tecnici della #bmwmotorrad Motorsport. Le prime gare dell’anno si sono disputate sul tracciato australiano di Phillip Island, che ha ospitato le gare del MOTUL FIM Superbike World Championship (WorldSBK) ed anche dell’Australian Superbike Championship (ASBK). Nella #worldsbk, i colori della #bmwmotorrad Motorsport sono stati difesi dallo spagnolo Jordi Torres e dal tedesco Markus Reiterberger, entrambi piloti della scuderia Althea BMW #racing Team, mentre nell’ASBK sono stati due piloti locali, Troy Guenther e Samuel Lambert, a scendere in pista in sella alle loro BMW #s1000rr. Tutti e quattro si sono iscritti per il 2017 #bmwmotorrad Race Trophy ed hanno conquistato proprio in Australia i loro primi punti validi per la classifica del Race Trophy.

MOTUL FIM Superbike World Championship a Phillip Island, Australia
L’Althea BMW #racing Team ed i tecnici della #bmwmotorrad hanno viaggiato fino a Phillip Island, nell’Australia meridionale, per disputare la prima gara (delle 13 che annovera la stagione 2017) del 2017 MOTUL FIM Superbike World Championship (WorldSBK). Hanno dato il via alla settimana d’agonismo in programma sul circuito australiano con una due giorni di prove, effettuata lunedì e martedì, prima che venerdì iniziasse il fine settimana di gara vero e proprio.

Grazie alle brillanti prestazioni staccate nelle sessioni di prova, in sella alle loro BMW #s1000rr, entrambi i piloti dell’Althea BMW #racing Team si sono direttamente qualificati per la decisiva sessione Superpole 2. Jordi Torres (SPA) s’è qualificato al settimo posto sullo schieramento di partenza, mentre il suo compagno di squadra, Markus Reiterberger (GER), s’è piazzato in dodicesima posizione.

Al via della prima gara di sabato, Torres ha perso qualche posizione, ma nei giri successivi è, poi, riuscito a rimontare verso le prime posizioni. È st    ato cronometrato in sella alla sua BMW #s1000rr alla velocità di punta di 319.5 km/h, risultando il pilota più veloce in pista. Alla fine, lo spagnolo ha tagliato il traguardo in settima posizione, conquistando i suoi primi nove punti stagionali. Conformemente al (nuovo) regolamento 2017 della #worldsbk, lo schieramento di partenza è stato ‘rovesciato’ (nelle prime file) per la seconda gara, della domenica. I primi tre classificati al traguardo della prima gara sono, quindi, partiti schierandosi in terza fila, mentre i piloti classificati dalla quarta alla nona posizione sono, invece, scattati dalle prime due file. In questo modo, Torres s’è così schierato, domenica, in quarta posizione. Purtroppo per lui, nel giro di lancio è però stato vittima di noie tecniche e s’è dovuto ritirare ancor prima di prendere il via.

“Indubbiamente è stato un fine settimana denso d’alti e bassi per noi” ha commentato Torres. “La prima gara è andata bene ed abbiamo potuto girare su un passo molto competitivo. Il solo problema che ho avuto ha riguardato proprio la partenza… Nel giro di lancio della seconda corsa, invece, non potevo più accelerare, per cui sono dovuto rientrare ai box. È stato un peccato, ma complessivamente il fine settimana s’è rivelato positivo ed ora so d’essere in grado di mantenere un passo di gara che mi consente di rimanere sempre nel gruppo dei primi”.

Il suo compagno di squadra, il tedesco Reiterberger, ha portato a termine la prima corsa in dodicesima posizione, mentre nella seconda - dopo esser scattato molto bene al via – s’è installato in nona posizione, prima di mollare la presa e scivolare in 11a posizione. È, allora, rimasto quasi fino al termine al comando d’un serrato gruppo di cinque piloti in lotta in mezzo al gruppo. Proprio all’ultima curva, però, è scivolato leggermente, facendosi superare da due avversari e finendo col tagliare il traguardo in tredicesima posizione.

“Sono rimasto soddisfatto delle prove svolte precedentemente questo fine settimana, poiché avevamo trovato un ottimo assetto per la mia BMW #s1000rr versione 2017,” ha poi dichiarato Reiterberger. “Venerdì, è indubbiamente stata una gran giornata…, in cui siamo stati entrambi veloci nelle due sessioni di prova. Purtroppo, non siamo più stati in grado di progredire allo stesso modo nel corso del weekend. Nella prima gara, ho dovuto sudare le fatidiche sette camice, ma alla fine ho vinto tutti i duelli ed il 12° posto finale ha rappresentato un ottimo risultato con cui dare il là alla stagione. Nella seconda gara, ho lottato per restare in testa ad un forte gruppo di cinque piloti, fino all’ultima curva. Indubbiamente, è un peccato che abbia perso due posizioni proprio a quel punto, ma la gara è stata molto divertente. Avevamo trovato un assetto molto competitivo ed in sostanza anche individuato una direzione di lavoro che pare essere quella giusta, sulla cui base dovremo continuare a lavorare in futuro. Ora, sono completamente focalizzato sulla prossima gara in Tailandia. Mi piace veramente molto quel circuito, il cui profilo ‘stop&go’ si sposa a meraviglia alle mie preferenze ed al mio stile di pilotaggio. Spero, quindi, che troveremo un assetto che mi consenta di spingere a manetta e sfruttare al massimo il mio potenziale”.

La seconda gara del 2017 #worldsbk è in programma sule Chang International Circuit (Tailandia) dal 10 al 12 marzo.

Australian Superbike Championship a Phillip Island, Australia 
Il tracciato di Phillip Island Grand Prix Circuit è stato sede anche della prima gara del 2017 Australian Superbike Championship (ASBK). A lle tre corse disputate nel fine settimana hanno preso parte due piloti in sella alle loro BMW #s1000rr: l’australiano Troy Guenther del NextGen Motorsports team ed il suo connazionale Samuel Lambert (Cyclone Motorcycles). Entrambi hanno conquistato punti, nonostante un’agguerrita concorrenza, considerato il parco partenti di ben 35 piloti. Guenther ha portato a termine le prime due corse rispettivamente all’11° e 13° posto. Nella terza corsa, che è stata interrotta dopo tre giri con bandiera rossa (in seguito ad un incidente) e che è poi ripartita, dando vita ad una classifica ‘combinata’, s’è invece classificato in 17a posizione.

“Ho imparato molto in questo fine settimana sul piano personale e di squadra, col NextGen Motorsports team,” ha dichiarato Guenther. “Abbiamo provato diverse soluzioni d’assetto sulla nostra BMW #s1000rr, identificando un’interessante direzione di lavoro, che ci ha consentito di sapere cosa funziona e cosa no. Inoltre, abbiamo concluso la prima gara stagionale conquistando una buona manciata di punti. Sono, ora, veramente impaziente di disputare la prossima gara, con questa squadra così fortemente motivata e con questo gruppo di persone alle mie spalle. Voglio ringraziarli tutti calorosamente”.

Lambert ha tagliato il traguardo delle prime tre corse, in 16a, 20a e 14ah posizione.