logo automotive
automotive
marzo 02, 2017 - Husqvarna

Il team Rockstar Energy Husqvarna Factory Racing subito in evidenza nel mondiale MXGP

I piloti Rockstar Energy #husqvarna Factory #racing hanno iniziato positivamente il campionato del mondo di Motocross FIM 2017, concludendo il #mxgp del Qatar ai vertici sia della classe #mxgp che della classe MX2. Nel suo primo GP in sella alla FC 450, Gautier Paulin ha concluso al sesto posto finale in #mxgp, mentre il giovane danese Thomas Kjer-Olsen ha raccolto un impressionante quarto posto di giornata nella classe MX2. 

Mentre il campionato #mxgp partiva ancora una volta sotto le luci artificiali dell’impianto di Losail, Gautier Paulin ha mostrato grande velocità e Costanza per tutto il weekend di gara. Iniziando il suo GP con un notevole terzo posto nella manche di qualificazione, il pilota Rockstar Energy #husqvarna Factory #racing è stato un serio pretendente al podio in entrambe le manche della #mxgp. Con un sesto e un quinto posto finali, ha concluso il suo primo GP nel team con un promettente sesto posto finale nella classe 450. 

Per il rookie della classe #mxgp Max Anstie, il GP del Qatar si è concluso con il giovane inglese a un solido decimo posto di giornata nella categoria. Dopo una buona partenza nella prima manche, Anstie ha commesso un piccolo errore a metà gara, che lo ha fatto scendere al tredicesimo posto. Scattato con nuova convinzione nella seconda manche, l’inglese è arrivato a occupare la settima piazza, tagliando poi il traguardo al decimo posto. 

Dopo aver raccolto risultati molto promettenti nelle sue gare di pre-stagione, il pilota Rockstar Energy #husqvarna Factory #racing Max Nagl è arrivato in Qatar determinato a lottare per i vertici della #mxgp. Dopo essere partito bene in Gara1, il tedesco si è trovato al quarto posto, ma guidando in modo aggressivo per rimanere vicino ai primi ha commesso alcuni piccoli errori, che lo hanno fatto retrocedere in ottava posizione. In Gara2, mentre lottava per conservare un posto nella top 10 è incorso in una caduta, che lo ha costretto ad accontentarsi del sedicesimo posto finale. 

Nella classe MX2, il pilota Rockstar Energy #husqvarna Factory #racing Thomas Kjer-Olsen ha disputato due ottime manche, concludendo il GP del Qatar al quarto posto finale nella classe 250. Costantemente in zona podio in entrambe le manche, il giovane danese è arrivato ad essere secondo, per poi chiudere quarto sia in Gara1 che in Gara2. 

Per il compagno di squadra di Kjer-Olsen, Thomas Covington, il GP del Qatar è stato la dimostrazione che l’americano possiede la velocità per lottare per i vertici della classe MX2. Partito sesto in Gara1, Covington ha avuto una caduta a metà manche che lo ha fatto scendere al tredicesimo posto. Tornato in sella, ha realizzato una grande rimonta che gli ha permesso di finire Gara1 in ottava posizione. Dopo aver realizzato un convincente holeshot in Gara2, Thomas stava correndo in quinta posizione quando un incidente ha reso impossibile per l’americano concludere la gara. 

Il pilota Rockstar Energy #husqvarna Factory #racing Conrad Mewse ha invece vissuto un difficile primo GP della stagione, soffrendo in partenza in entrambe le manche. Trovatosi a correre fuori dalla top 20, il giovane inglese ha concluso la gara con un 24-21. 

Il team Rockstar Energy #husqvarna Factory #racing tornerà in azione al secondo round del campionato del mondo di Motocross FIM, il prossimo 4 e 5 marzo in Indonesia. 

Gautier Paulin: “Sono davvero soddisfatto delle mie prestazioni in Qatar. Iniziare la stagione con due solide manche e un sesto posto di giornata è enormemente importante. Dimostra che abbiamo una ottima base su cui continuare a lavorare per il resto del campionato. Il weekend è partito con una bella terza posizione nella manche di qualificazione, che ci ha dato fiducia per il resto del GP. La mia #moto ha funzionato alla grande per tutto il weekend. In Gara1 ho commesso un piccolo errore dopo la partenza, e ho dovuto lottare dalle retrovie per chiudere al sesto posto. Se non avessi perso tempo in partenza, credo che un risultato nella top 3 sarebbe stato alla portata. Poi in Gara2 non sono partito bene, ma ho fatto subito alcuni sorpassi arrivando al quinto posto, dove sono rimasto girando con costanza.” 

Max Anstie: “È stato un buon avvio di stagione. In Qatar abbiamo dimostrato di esserci preparati a dovere. Mi sono sentito veloce per l’intero weekend, e nel complesso sono contento della mia prestazione. In Gara1 sono partito bene, ma pochi giri dopo sono uscito di pista perdendo tempo, e ho concluso tredicesimo. Poi in Gara2 sono partito ancora meglio, e ho lottato fino al decimo posto al traguardo. È stato il mio primo GP su una 450, e credo di aver fatto vedere che la velocità c’è già. Continueremo a lavorare sodo, con l’obiettivo di migliorare ancora. Mi aspetto che il GP di Indonesia vada bene, e non vedo l’ora che arrivi.” 

Max Nagl: “La mia guida è migliorata costantemente nel weekend. Ad essere onesti nella manche di qualificazione  non mi sentivo a mio agio sul tracciato, ma ci ho lavorato su e sono riuscito ad avere un buon passo gara nelle due manche. In Gara1 sono scattato bene al cancelletto, ma poi ho perso un po’ di tempo alla prima curva. L’ottavo posto finale mi sembra buono per il iniziare il campionato. Poi in Gara2 sono partito anche meglio, ma mentre lottavo con Coldenhoff ho sbagliato su una rampa e sono caduto. È stata una brutta botta, ma per fortuna ne sono uscito indenne e ho potuto concludere la gara. Ora tornerò in Europa per proseguire il mio programma di allenamento per qualche giorno, poi andrò in Indonesia con l’obiettivo di migliorare questo risultato.” 

Thomas Kjer-Olsen: “Non potevo iniziare la stagione in modo migliore. Ho corso due GP in MX2 l’anno scorso, ma questa è un’esperienza completamente nuova. Non potrò mai ringraziare abbastanza il gruppo della MX2 del Rockstar Energy #husqvarna Factory #racing per il loro fantastico supporto. Il lavoro che abbiamo svolto nel pre-stagione sta pagando, e in Qatar siamo riusciti a lottare per il vertice. In entrambe le manche sono partito bene e ho lottato stabilmente per il podio. Ho fatto delle belle battaglie con i piloti di testa, e sono riuscito a spingere fino alla fine delle manche. La velocità c’è, ora dovremo cercare di restare costanti. Questa stagione sarà molto lunga, e speriamo vada nel modo migliore.” 

Thomas Covington: “Questo è stato un weekend di alti e bassi. In Gara1 penso di aver mostrato di avere il passo giusto. Sono partito discretamente e stavo lottando tra i primi, ma una piccola caduta mi ha retrocesso tredicesimo. A quel punto ho iniziato ad attaccare al massimo e sono riuscito a tagliare il traguardo ottavo. L’holeshot in Gara2 mi ha dato una bella carica, ma a metà gara, quando ero quinto, sono caduto e non sono più riuscito a far partire la #moto. So di poter fare molto meglio, e non vedo l’ora che arrivino le prossime gare. La settimana prossima correremo per la prima volta in Indonesia, e l’obiettivo sarà di lottare per il vertice della MX2.”

Conrad Mewse: “Per me è stato un GP difficile. Ho provato tutto il possibile per tutto il weekend, ma niente sembrava funzionare. Le brutte partenze in entrambe le manche non hanno aiutato, e mi sono ridotto a lottare per la top 20. Questo non era certo il risultato a cui puntavo qui in Qatar, ma questo è stato un GP da dimenticare. Sappiamo tutti che il campionato sarà lunghissimo, e farò del mio meglio per rifarmi il prossimo weekend in Indonesia. Credo ci siano ancora molte opportunità per dimostrare le mie capacità e sono più che determinato a coglierle.” 

Risultati – Campionato del mondo Motocross FIM, Round 1 

MXGP Classifica finale 
1. Antonio Cairoli (KTM) 50 punti; 2. Tim Gajser (Honda) 42; 3. Clement Desalle (Kawasaki) 40… 6. Gautier Paulin (Husqvarna) 31… 10. Max Anstie (Husqvarna) 19… 12. Max Nagl (Husqvarna) 18… 18. Tanel Leok (Husqvarna) 9; 19. Rui Goncalves (Husqvarna) 8 

MXGP Gara1 
1. Antonio Cairoli (KTM) 18 giri, 35:02.202; 2. Clement Desalle (Kawasaki) 35:11.106; 3. Tim Gajser (Honda) 35:14.756… 6. Gautier Paulin (Husqvarna) 35:28.278… 8. Max Nagl (Husqvarna) 35:35.274… 13. Max Anstie (Husqvarna) 36:12.923… 16. Tanel Leok (Husqvarna) 36:25.333… 19. Rui Goncalves (Husqvarna) 36:30.047 

MXGP Gara2 
1. Antonio Cairoli (KTM) 18 giri, 35:00.353; 2. Tim Gajser (Honda) 35:05.271; 3. Romain Febvre (Yamaha) 35:23.728… 5. Gautier Paulin (Husqvarna) 35:30.449… 10. Max Anstie (Husqvarna) 35:57.742… 15. Rui Goncalves (Husqvarna) 36:28.292; 16. Max Nagl (Husqvarna) 36:31.576; 17. Tanel Leok (Husqvarna) 36:41.720 

MX2 Classifica finale 
1. Pauls Jonass (KTM) 50 punti; 2. Benoit Paturel (Yamaha) 44; 3. Julien Lieber (KTM) 40; 4. Thomas Kjer-Olsen (Husqvarna) 36… 16. Thomas Covington (Husqvarna) 13… 21. Iker Larranaga (Husqvarna) 2; 22. Anton Gole (Husqvarna) 2 

MX2 Gara1 
1. Pauls Jonass (KTM) 18 giri, 35:24.348; 2. Benoit Paturel (Yamaha) 35:26.107; 3. Julien Lieber (KTM) 35:44.387; 4. Thomas Kjer-Olsen (Husqvarna) 35:47.913… 8. Thomas Covington (Husqvarna) 36:11.969… 20. Anton Gole (Husqvarna) 36:38.630; 21. Iker Larranaga (Husqvarna) 36:39.884… 24. Conrad Mewse (Husqvarna) 37:06.681… 28. Ivan Petrov (Husqvarna) 17 giri, 35:58.280 

MX2 Gara2 
1. Pauls Jonass (KTM) 18 giri, 35:32.077; 2. Benoit Paturel (Yamaha) 35:33.092; 3. Julien Lieber (KTM) 35:35.322; 4. Thomas Kjer-Olsen (Husqvarna) 35:39.961… 19. Iker Larranaga (Husqvarna) 36:49.722; 20. Anton Gole (Husqvarna) 37:07.517; 21. Conrad Mewse (Husqvarna) 37:29.651… 25. Ivan Petrov (Husqvarna) 17 giri, 36:12.828 

Classifiche di campionato (dopo il Round 1) 

MXGP 
1. Antonio Cairoli (KTM) 50 punti; 2. Tim Gajser (Honda) 42; 3. Clement Desalle (Kawasaki) 40… 6. Gautier Paulin (Husqvarna) 31… 10. Max Anstie (Husqvarna) 19… 12. Max Nagl (Husqvarna) 18… 18. Tanel Leok (Husqvarna) 9; 19. Rui Goncalves (Husqvarna) 8 

MX2 
1. Pauls Jonass (KTM) 50 punti; 2. Benoit Paturel (Yamaha) 44; 3. Julien Lieber (KTM) 40; 4. Thomas Kjer-Olsen (Husqvarna) 36… 16. Thomas Covington (Husqvarna) 13… 21. Iker Larranaga (Husqvarna) 2; 22. Anton Gole (Husqvarna) 2

Filtro avanzato