automotive

February 15, 2017

Nuova GSX-R1000R approved by Iannone e Rins

I due piloti ufficiali del Team #suzuki ECSTAR #motogp sono entusiasti della nuova #gsxr1000r provata a #phillipisland. Molte le similitudini con la GSX-RR che è pronta a una nuova stagione ai vertici della MotoGP

Con due giorni d’anticipo rispetto all’inizio della seconda tornata di #test precampionato della #motogp, #andreaiannone e #alexrins hanno fatto rotta verso la pista di #phillipisland per provare la nuova #gsxr1000r.

I due piloti ufficiali del Team #suzuki ECSTAR #motogp erano entusiasti di testare le caratteristiche della #gsxr1000r sulla veloce e impegnativa pista australiana. Entrambi hanno avuto l’opportunità di apprezzare l’efficacia e la fruibilità della nuova sportiva di Hamamatsu e la loro esperienza agonistica ha portato anche a un immediato confronto con la GSX-RR, prototipo impegnato nella #motogp, protagonista dei #test in questi giorni. Le due #moto, in fondo, sono simili sotto molti punti di vista, dal momento che la tecnologia sviluppata per le gare di #motogp è la stessa che ha ispirato i designer e i progettisti del modello di produzione.

La #suzuki #gsxr1000r è la sportiva di serie più evoluta del mercato. La sua ultima generazione è stata presentata lo scorso autunno a Colonia, all’Intermot 2016. Questa #moto ha un motore a quattro cilindri capace di 148,5 kW (202 cv) a 13.200 giri. Questa potenza, associata a un peso di 203 kg, la rende la prima #moto di serie a poter vantare un rapporto peso/potenza praticamente di 1:1. Come se questo non fosse ancora abbastanza, per farle regalare emozioni degne di una #motogp, la versione R che hanno guidato Iannone e Rins è dotata anche di un quick-shifter bi-direzionale, di un launch control, del Motion Track Traction Control System e del Motion Track ABS controllati da una piattaforma inerziale, oltre che di una forcella Showa BFF e di un monoammortizzatore BFRC Lite, sempre Showa.

I due piloti hanno rilasciato le seguenti dichiarazioni, appena scesi dalla #gsxr1000r.

 

Andrea Iannone

“La #suzuki #gsxr1000r mi ha davvero impressionato, considerando che è una #moto di serie. Il motore è molto potente e l’erogazione di potenza è facile da gestire e sufficientemente docile anche per i piloti senza grande esperienza. Allo stesso tempo, però, è anche abbastanza aggressiva per soddisfare quelli più esigenti. La maneggevolezza è eccezionale. Ancora una volta #suzuki ha dimostrato di essere particolarmente abile a realizzare #moto facili da guidare, con reazioni graduali e una buona agilità. La cosa che più colpisce in pista è la velocità in curva, che mi ha ricordato quella che ho trovato sulla mia GSX-RR. Mi è piaciuto anche il cambio; il quick-shifter è molto dolce e permette di tenere un buon passo senza fatica”

 

Alex Rins

“La maneggevolezza di questa #gsxr1000r è impressionante. E’ facile da guidare, l’avantreno ti trasmette grande fiducia e permette praticamente a qualsiasi pilota di spingere forte o più semplicemente di divertirsi. Il motore è esuberante e allo stesso tempo lineare e ben gestibile. Nel complesso, la #moto è molto efficace e ha un comportamento facilmente prevedibile. Sembra davvero un mezzo da corsa, molto stabile anche nelle staccate. Ha un’eccellente velocità nella fase di percorrenza in curva e la potenza in uscita è impressionante. Con una sportiva così ti puoi davvero gustare il piacere della guida”.