logo automotive
automotive
dicembre 22, 2016 - Peugeot

La prima volta del leone d’italia, venti anni fa

Il Campionato Junior vinto da #giuseppetesta e #danielemangiarotti con la #208r2 arriva esattamente vent’anni dopo il primo titolo italiano #rally conquistato da #peugeot. E’ il 1996, l’anno dell’ingresso dei Pink Floyd nella Hall of Fame e del secondo mandato alla Casa Bianca di Bill Clinton. Dopo un anno sabbatico, #peugeot Italia rientra ufficialmente nel settore #rally e, in particolare, nel nuovo Campionato 2 Litri che si affianca al CIR, privilegiando le vetture con motori aspirati e due ruote motrici. Il programma è coordinato da Popi Amati che ha da poco smesso di leggere le note e con il supporto sportivo di Fabrizio Fabbri. La struttura tecnica è quella della #auto Sport Italia, mentre il “Leone” 2 litri è la #peugeot #306s16, la diretta capostipite dell’odierna #308gti. E poi c’è il “dream team” con il Campione 1995 #renatotravaglia associato a quel “mister nota” che è #flaviozanella e, ancora, il “Golden Boy” Campione d’Italia 1992 e della Repubblica Ceca 1994, “Pigi Deila” affiancato da #claudiovischioni. La concorrenza in questo 2 Litri, specchio di un’importante fascia di motorizzazione di serie, è molto nutrita. Oltre a #peugeot ci sono altri quattro marchi di primissimo piano e almeno una mezza dozzina di piloti in grado di lottare per il titolo. La stagione è bellissima, le gare, anche se tutto-asfalto, propongono le condizioni più svariate, addirittura la neve a inizio anno! L’esito non è scontato. “Pigi” trova qualche difficoltà, invece “Renato” conferma di avere un gran piede associato a freddezza e furbizia. Il pilota trentino con la #306s16 cala il “sette bello”, vince infatti il #rally delle Palme, il Città di Torino, il Valle d’Aosta, il #rally della Marca, l’Appennino Reggiano, l’Alpi Orientali e il Gargano. Il Campionato 2 Litri 1996 si conclude con Travaglia che inaugura il nutrito albo d’oro dei titoli italiani #peugeot, e il terzo posto di Delia. “Pigi” troverà l’ambiente ideale nel toboga del Motor Show di Bologna per firmare la sua vittoria con la #306s16, guarda caso dieci anni dopo Timo Salonen e la Turbo 16, che aprono l’albo d’oro del “Bettega”. D’altra parte, anno bisesto o meno, il '96 è stato ricchissimo per il Leone. Va infatti ricordato il titolo costruttori dell’esordiente 406 nel Campionato D2 tedesco in pista (più o meno l’equivalente del Superturismo) e il Campionato #rally di Francia con la 306 Maxi. In Italia, #peugeot 306 siglerà nel 2 Litri/2RM una sequenza di cinque titoli consecutivi fino al nuovo millennio, vincendo complessivamente 43 gare su 49 disputate. Quanto al penta campione Travaglia, toccherà a lui portare al trionfo la #peugeot nel CIR nell’anno di grazia 2002 con la 206 WRC.