logo automotive
automotive
ottobre 03, 2016 - Suzuki Auto

Suzuki ad un passo dal titolo Tricolore del Cross Country

Con il #grandvitara 3.6 V6 T1 Lorenzo Codecà e Bruno Fedullo sono secondi alla Baja Costa Smeralda, quarto round della serie Tricolore Cross Country; rafforzano la leadership di campionato e si avvicinano, così, all'ottavo Scudetto.

Seconda affermazione stagionale di Alfio Bordonaro e Marcello Bono nel Gruppo T2 e nel #suzuki Challenge, a bordo di #grandvitara 1.9 DDiS.

Sono partiti col pensiero al titolo Tricolore, quello che sarebbe l'ottavo della carriera per Codecà, per Fedullo e anche per #suzuki: attenti a non sbagliare, il pilota milanese ed il navigatore emiliano sono secondi al traguardo della terza edizione della Baja Costa Smeralda.

Dopo due giorni di gara, intensi e condizionati dalla pioggia nella parte finale, il quarto round del Campionato Italiano Cross Country vede l'equipaggio ufficiale al secondo posto, dopo un duello a distanza con i vincitori Borsoi e Manfredini. 

Con il #suzuki #grandvitara 3.6 V6 T1, sono autori di una prestazione d'eccellenza, ma attenta a non commettere errori sull'insidioso fondo sterrato della Gallura: " Va bene così, festeggeremo il titolo la prossima volta, ma qui al Costa Smeralda abbiamo fatto un bel duello con Borsoi e Manfredini. Devo far loro i complimenti, sono andati molto forte. Noi abbiamo tirato su quasi tutte le prove, ma in altre siamo stati molto attenti".

Codecà e Fedullo sono secondi al traguardo di Olbia e attendono l'ultima gara di novembre, all'Italian Baja d'Autunno, per incassare i pochi punti che li separano dall'affermazione nel Campionato Italiano e che conducono con margine su Andrea Lolli e Francesco Facile.

Al terzo posto della classifica assoluta si confermano i siciliani Alfio Bordonaro e Marcello Bono. Con il #suzuki #grandvitara 1.9 DDiS della Poillucci, i catanesi confermano il feeling con gli sterrati Galluresi, vincendo la gara del Gruppo T2 e del #suzuki Challenge e controllando Lolli e Facile; questi ultimi sono sono quarti e secondi di categoria con il #grandvitara T2 nei colori della Malatesta, autori della rimonta del tempo perso per la rottura di un semiasse nel corso della prima tappa.

Rallentati da inconvenienti elettrici  che determinavano lo spegnimento in prova del #grandvitara 1.9 DDiS T2, i varesini Alfano e Marsiglia chiudono settimi assoluti e terzi del #suzuki Challenge, di poco avanti ad Accadia e Ferabondi, che si sono fermati a trarre d'impaccio Ferroni, uscito di strada.

Classifica dopo nove Settori Selettivi: 1. Borsoi - Manfredini (Toyota Toyodell T1) in 1h47'15"; 2. Codecà - Fedullo (Suzuki #grandvitara 3.6 V6 T1)  a 45"; 3. Bordonaro - Bono (Suzuki #grandvitara 1.9 DDiS T2) a 6'40"; 4. Lolli - Facile (Suzuki #grandvitara 1.9 DDiS T2) a 7'36"; 5. Algarotti - Marzotto (Quaddy TM) a 8'35"; 6. Morra - Abbondi (Mitsubishi Pajero TH) a 13'; 7. Alfano - Marsiglia (Suzuki #grandvitara 1.9 DDiS T2) a 13'18"; 8. Cau - Tironi (Mitsubishi Pajero T1) a 13'38"; 9. Grossi - Manoni (Land Rover Defender) a 14'41"; 10. Lops - Briani (Suzuki Vitara TH) a 16'20"

Il calendario #suzuki Challenge 2016: 26 giugno 23° Italian Baja (Friuli); 10 luglio 4° Baja San Marino (RSM); 18 settembre Nido dell' Aquila (PG); 1 ottobre 3° Baja Costa Smeralda (OT); 23 ottobre 33° Puglia Lucania (PZ); 21 novembre Italian Baja d'Autunno (PN)


Filtro avanzato