logo automotive
automotive
settembre 28, 2016 - Fiat

FCA e il suo programma Autonomy ringraziano tutti gli atleti paralimpici di Rio

FCA con il programma Autonomy è da sempre vicina agli atleti paralimpici italiani, che con il loro impegno e la loro abnegazione dimostrano come sia possibile realizzare i propri sogni

Sono numerosi gli atleti del nostro Paese che hanno partecipato alle Paralimpiadi di Rio de Janeiro appena concluse: a tutti #fca e Autonomy vogliono porgere un ringraziamento di cuore per i risultati che hanno ottenuto e per lo spirito vincente con cui hanno partecipato.
Proprio nella giornata di oggi il Presidente della Repubblica, #sergiomattarella ha incontrato gli atleti congratulandosi dei risultati ottenuti, segno della grande attenzione delle istituzioni verso questi "eroi quotidiani".
Autonomy - dopo essere stata anche main sponsor dei Campionati Europei organizzati dalla Federazione italiana di atletica - è orgogliosa dei risultati ottenuti da tutti gli atleti alle recenti Paralimpiadi di Rio conquistando ben 39 medaglie. Alcuni di questi atleti sono anche testimonial del programma #fca: Martina Caironi (portabandiera della nostra Nazionale e oro olimpico dopo essere stata due volte campionessa mondiale dei 100 metri), Francesca Porcellato (alla decima partecipazione olimpica, quest'anno due bronzi nella handbike) e Roberto La Barbera (da anni vincente in numerose discipline sia a livello nazionale sia internazionale).
Lo spirito con cui affrontano le competizioni e la loro vita è lo stesso che da oltre vent'anni anima Autonomy, il programma che risponde alle esigenze dei clienti con ridotte capacità motorie, sensoriali o intellettive (o agli accompagnatori) per permettere loro l'utilizzo di vetture e vedersi così assicurata la libertà di movimento.
Autonomy offre una gamma completa di vetture o veicoli commerciali dei vari marchi del gruppo #fca (Fiat, Lancia, Alfa Romeo, Abarth, Jeep e Fiat Professional) e una serie di servizi che sono un aiuto concreto per risolvere i problemi relativi alla guida di una vettura adattata alle possibilità dei disabili. Per esempio, presso i numerosi centri di mobilità presenti su tutto il territorio nazionale, i clienti di Autonomy possono provare le proprie capacità motorie residue grazie a speciali simulatori, prendere confidenza con i veicoli modificati e richiedere il parere di medici e fisioterapisti e degli operatori dei centri stessi.

Ti potrebbe interessare anche

ottobre 13, 2017
ottobre 10, 2017
ottobre 10, 2017

Filtro avanzato