logo automotive
automotive
maggio 28, 2016 - Pirelli

Campionato Mondiale MOTUL FIM Superbike a Donington Park: nuovo record della pista e vittoria in Gara 1 per Tom Sykes; ottimo debutto per il nuovo pneumatico posteriore morbido sviluppato da Pirelli

Il pilota del Kawasaki Racing Team si aggiudica pole position e gara dopo aver realizzato anche il nuovo record della pista in 1’26.712, il nuovo pneumatico posteriore di sviluppo V0377 è quello più utilizzato in Gara 1

 

 

Castle Donington (Inghilterra), 28 maggio 2016 – Sul circuito inglese di Donington Park il britannico Tom Sykes sulla Kawasaki ZX-10R del Kawasaki Racing Team vince Gara 1 del Campionato Mondiale MOTUL FIM Superbike guadagnando punti importanti in ottica Campionato.

La giornata del pilota della casa di Akashi inizia bene fin dalla mattina: nuovo record della pista per Tom Sykes nella seconda sessione di Superpole con lo strepitoso tempo di 1’26.712 che migliora di quasi quattro decimi il record da lui stesso stabilito nel 2015 con il tempo di 1'27.071. In Superpole Sykes è stato l’unico pilota a scendere sotto l’1’27 dimostrandosi uno specialista dei giri lanciati. In seconda casella, a otto decimi di distacco, si piazzerà il ducatista Chaz Davies (Aruba.it Racing – Ducati) seguito dall’ottimo Lorenzo Savadori sull’Aprilia dello IodaRacing Team.

A Pirelli Gara 1 regala un’ottima conferma per quanto riguarda la nuova soluzione posteriore di sviluppo in mescola morbida V0377 che è stata utilizzata dalla quasi totalità dei piloti schierati in griglia.

 

La giornata di sabato non si apre nel migliore dei modi con la notizia del ritiro del pilota del Pata Yamaha Official WorldSBK Team Alex Lowes che, dopo aver partecipato alle FP1 di ieri, viene dichiarato non idoneo per correre a causa della frattura alla clavicola rimediata a Sepang in Gara 2. Le speranze del team sono tutte riposte in Cameron Beaubier, sostituto di Sylvain Guintoli, che ha impressionato sùbito tutti ottenendo il nono piazzamento in griglia.

 

Al via scatta bene dalla seconda posizione Chaz Davies (Aruba.it Racing – Ducati) che si porta dietro il compagno di squadra Davide Giugliano e i piloti Kawasaki Jonathan Rea e Tom Sykes mentre il promettente Cameron Beaubier (Pata Yamaha Official WorldSBK Team) è costretto al ritiro nel corso del secondo giro.

Alla fine del sesto giro l’imprevisto che non ti aspetti: Chaz Davies cade ma riesce a rientrare in pista in sedicesima posizione lasciando a Davide Giugliano lo scettro di nuovo leader della gara. Un dritto all’ottavo giro fa perdere a Jonathan Rea una posizione a vantaggio di Lorenzo Savadori, poi riconquistata nel giro successivo. Nel frattempo nel corso del quattordicesimo giro Alex De Angelis è messo fuori gioco da una caduta mentre nel giro successivo Chaz Davies abbandona definitivamente la corsa per una scivolata.

A partire dal sedicesimo giro Tom Sykes si fa pericolo e inizia a portare il suo attacco alla prima posizione. Il sorpasso avviene nel giro successivo quando Davide Giugliano è costretto a cedergli il passo.

Alla fine Tom Sykes taglierà il traguardo per primo, seguito dall’italiano Davide Giugliano e dal compagno di squadra Jonathan Rea.

 

 

Classifica Gara 1:

 

1) Tom Sykes (Kawasaki Racing Team)

2) Davide Giugliano (Aruba.it Racing – Ducati)

3) Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team)

4) Leon Camier (MV Agusta Reparto Corse)

5) Nicky Hayden (Honda World Superbike Team)

6) Lorenzo Savadori (IodaRacing Team)

7) Jordi Torres (Althea BMW Racing Team)

8) Michael van der Mark (Honda World Superbike Team)

9) Karel Abraham (Milwaukee BMW)

10) Anthony West (Pedercini Racing)

 

 

Le soluzioni Pirelli scelte dai piloti per Gara 1:

 

Con temperature dell’asfalto superiori ai 30 gradi, la scelta dei piloti per il posteriore ricade naturalmente su una soluzione morbida. In particolare a Donington Park la nuova morbida di sviluppo V0377, mai testata prima di venerdì dai piloti, è stata in assoluto l’opzione più utilizzata. Coloro i quali non hanno scelto questa soluzione, hanno invece usato la SC0 o, nel caso di Lussiana, la SC1 di gamma.

Più variegata la scelta dell’anteriore: l’opzione più usata è stata la SC1 di sviluppo S1699, scelta tra gli altri da Chaz Davies, Davide Giugliano e Jordi Torres. Altri, come Luca Savadori e Nicky Hayden hanno invece optato per la SC3 di gamma, novità della stagione 2016.  Infine alcuni, tra cui gli alfieri Kawasaki Jonathan Rea e Tom Sykes hanno utilizzato la SC2 di gamma.

 

 

Le statistiche Pirelli per Gara 1:

 

• Vincitore del PIRELLI BEST LAP AWARD: Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team),in 1'27.988 al 5° giro

 

• Soluzione anteriore più utilizzata: SC1 di sviluppo S1699 (10 su 23 piloti)

 

• Soluzione posteriore più utilizzata: SC0 di sviluppo V0377 (20 su 23 piloti)

 

• Velocità massima raggiunta dagli pneumatici Pirelli DIABLO™ Superbike in gara: 272,7 km/h, realizzata dai piloti Davide Giugliano (Aruba.it Racing – Ducati), Chaz Davies (Aruba.it Racing – Ducati) e Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team) rispettivamente al 3°, al 13° e al 1° giro

 

• Numero di soluzioni (asciutto, intermedia e bagnato) per la classe Superbike: 6 anteriori e 6 posteriori

 

• Numero di pneumatici a disposizione di ogni pilota Superbike: 70, 37 anteriori + 33 posteriori

 

• Temperatura aria: 17° C

 

• Temperatura asfalto: 33° C