logo automotive
automotive
marzo 31, 2016 - BMW

BMW Group e United Nations Alliance of Civilizations (UNAOC) annunciano i nomi dei finalisti per l’Intercultural Innovation Award

Dieci iniziative sono state selezionate dalla United Nations Alliance of Civilizations (UNAOC) e dal #bmw Group come finaliste per l’Intercultural Innovation Award. Il processo della selezione è stato molto competitivo, con quasi mille domande ricevute da 120 paesi.

I progetti scelti arrivano da ogni parte del mondo, in rappresentanza di paesi di cinque continenti, e sottolineano l’importanza dell’Intercultural Innovation Award e del suo impegno a favore della promozione in tutto il mondo della diversità e della comprensione interculturale.

I finalisti di quest’anno sono: The Blessing Basket Project – Artisan & You (USA); The Coexist Initiative – Girls Education Equity Project (Kenya); Give Something Back to Berlin e.V. – Give Something Back to Berlin (Germania); International Council for Cultural Centers – Bread Houses Network (Bulgaria); On Our Radar – From the Margins to the Front Page (UK); Red Dot Foundation – Safecity (India); Routes 2 Roots – Exchange for Change (India); Shine a Light – CanalCanoa (Brasile/USA); SINGA – SINGA Kiwanda (Francia); e Unistream – Educating Tomorrow’s Leaders Today (Israele).

Nell’offrire il proprio supporto ad iniziative locali sostenibili, innovative e interculturali, l’Intercultural Innovation Award vuole contribuire alla pace e alla costruzione di società più aperte a tutti. Lanciato nel 2011, l’Intercultural Innovation Award è il risultato di una esclusiva partnership pubblico/privato tra UNAOC e #bmw Group. Questo modello di collaborazione tra le Nazioni Unite ed il settore privato crea un impatto più profondo, in quanto entrambi i partner offrono le proprie competenze per assicurare la crescita sostenibile di ogni progetto.

Nel corso di un anno, le iniziative selezionate possono usufruire di preziose conoscenze e risorse del #bmw Group e dell’UNAOC. Oltre a ricevere un sostegno finanziario, i finalisti avranno la possibilità di partecipare ad attività di formazione e a workshop che coprono diversi temi, come la strategia e la programmazione, l’analisi dell’attuazione e questioni mediatiche, nonché di entrare a fare parte della rete esclusiva di “Intercultural Leaders”.

“Siamo molto orgogliosi della nostra partnership con UNAOC e ci fa grande piacere vedere prosperare queste iniziative locali. Negli ultimi cinque anni, abbiamo ottenuto ottimi risultati con la nostro strategia: le iniziative, l’UNAOC ed il #bmw Group hanno tutti potuto cogliere i frutti del nostro impegno condiviso. Siamo lieti di proseguire insieme con questa forte partnership per continuare ad avere un impatto profondo e positivo sulla società,” ha detto il sig. Bill McAndrews, Vice President #bmw Group Communications Strategy, #corporate & Market Communications.

“L’Alleanza non è soltanto una piattaforma per il dialogo; è anche uno strumento di azione immediata nella riserva della comunità internazionale per prevenire conflitti basati sull’identità. L’Intercultural Innovation Award è un esempio unico di questo mandato”, ha detto H.E. Nassir Abdulaziz Al-Nasser, United Nations High Representative for the Alliance of Civilizations.

Le classifiche finali saranno annunciate nel corso del 7th Global Forum of the United Nations Alliance of Civilizations che si svolgerà a Baku (Azerbaijan) dal 25 al 27 aprile 2016. La cerimonia ufficiale per la premiazione avrà luogo il 26 aprile e sarà presieduta H.E. Nassir Abdulaziz Al-Nasser, United Nations High Representative for the Alliance of Civilizations, e da Bill McAndrews, Vice President #bmw Group Communications Strategy, #corporate & Market Communications, alla presenza di diversi rappresentanti di governi e dell’ONU.

Le organizzazioni selezionate quest’anno e il focus del loro impatto sociale (in ordine alfabetico) sono:

The Blessing Basket Project – Artisan & You (USA) 
Tecnologia in attesa di brevetto che permette ad artigiani impoveriti di scambiare lettere con i loro clienti in tutto il mondo, creando forti legami interculturali.

The Coexist Initiative – Girls Education Equity Project (Kenya) 
La promozione di iscrizioni a scuole primarie femminili ed il mantenimento nei campi dei rifugiati di Daadab e di Kakuma convincendo uomini, ragazzi e comunità ad affrontare le complesse barriere socio-culturali che continuano ad impedire l’istruzione delle ragazze.

Give Something Back to Berlin e.V. – Give Something Back to Berlin (Germania) 
Una piattaforma di integrazione urbana che rafforza la coesione, mettendo in comunicazione i nuovi abitanti di Berlino con attività sociali e di servizio per la comunità.

International Council for Cultural Centers – Bread Houses Network (Bulgaria) 
Panificazione collettiva che unisce la gente di tutto il mondo, promuovendo la collaborazione attraverso culture, età ed esigenze speciali atta a costruire comunità più forti.

On Our Radar – From the Margins to the Front Page (UK) 
L’utilizzo di SMS da parte di giovani della Sierra Leone per condividere le loro storie via media internazionali, promuovendo l’empatia, il dialogo, la comprensione ed il supporto.

Red Dot Foundation – Safecity (India) 
Una piattaforma che utilizza il “crowdsourcing” di storie personali di molestia sessuale e ne disegna la mappa a livello locale per rendere gli spazi pubblici più sicuri per tutti.

Routes 2 Roots – Exchange for Change (India)
Un programma per il dialogo aperto inteso a promuovere la fiducia e le somiglianze culturali tra India e Pakistan, con l’obiettivo di sostenere la pace e di risolvere i conflitti.

Shine a Light – CanalCanoa (Brasile/USA) 
Bambini da remoti villaggi dell’Amazzonia realizzano film, cartoni e musica per far conoscere qualcosa delle loro vite ad altri bambini brasiliani.

SINGA – SINGA Kiwanda (Francia) 
Una comunità di persone impegnate che sostengono i rifugiati che vogliono iniziare una propria attività o progetti sociali, fornendo conoscenze locali, reti e risorse.

Unistream – Educating Tomorrow’s Leaders Today (Israele) 
Un programma della durata di tre anni che incoraggia e promuove il dialogo e la comprensione interculturale con l’utilizzo di piattaforme di istruzione e di imprenditoria.

Il #bmw Group 
Con i suoi tre marchi #bmw, MINI e Rolls-Royce, il #bmw Group è il costruttore leader mondiale di auto e moto premium ed offre anche servizi finanziari e di mobilità premium. Come azienda globale, il #bmw Group gestisce 30 stabilimenti di produzione e montaggio in 14 paesi ed ha una rete di vendita globale in oltre 140 paesi.

Nel 2015, il #bmw Group ha venduto circa 2,247 milioni di automobili e 137.000 motocicli nel mondo. L’utile al lordo delle imposte per l’esercizio 2015 è stato di 9,22 miliardi di Euro con ricavi pari a circa 92,18 miliardi di euro. Al 31 dicembre 2015, il #bmw Group contava 122.244 dipendenti.

Il successo del #bmw Group si fonda da sempre su una visione sul lungo periodo e su un’azione responsabile. Perciò, come parte integrante della propria strategia, l’azienda ha istituito la sostenibilità ecologica e sociale in tutta la catena di valore, la responsabilità globale del prodotto e un chiaro impegno a preservare le risorse.

www.bmwgroup.com
Facebook: http://www.facebook.com/BMWGroup
Twitter: http://twitter.com/BMWGroup
YouTube: http://www.youtube.com/BMWGroupview
Google+:http://googleplus.bmwgroup.com

Filtro avanzato